Generali Group

                                 

          10 settembre 2021 - 09:30

          Digitalizzazione delle PMI e modelli di business sostenibili per battere la crisi

          Sempre più imprese adottano strategie all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità. SME EnterPRIZE, l’iniziativa di Generali dedicata alle PMI europee, riconosce e valorizza le imprese che realizzano iniziative di sostenibilità di particolare rilievo e incoraggia il dibattito pubblico sul tema

          Dalla sua comparsa alla fine del 2019, la pandemia di COVID-19 ha avuto pesanti effetti negativi sulle economie di tutti i Paesi, e le restrizioni imposte per limitare la diffusione del virus hanno portato a distorsioni nel sistema di domanda e offerta di beni, con ripercussioni avvertite in tutti i settori economici e da tutti gli attori, comprese le piccole e medie imprese (PMI). Gli studi hanno dimostrato che il periodo di chiusura e le politiche di prevenzione degli spostamenti adottate dai governi in molti Paesi hanno fortemente colpito le PMI, paralizzando le loro operazioni, indebolendo le loro posizioni ed esponendole a rischi finanziari. Le PMI hanno inoltre sofferto di una carenza di lavoratori e input produttivi a causa di distorsioni che hanno danneggiato le catene di approvvigionamento, il che ha a sua volta influito negativamente sulle vendite e sulla loro capacità di adempiere agli obblighi finanziari e pagare gli stipendi dei dipendenti.

          Questo problema ha coinciso con una diminuzione della spesa dei consumatori a causa della riduzione del reddito dei consumatori e dei diffusi sentimenti di incertezza. Di conseguenza, molte PMI si sono trovate incapaci di affrontare la situazione e alcune aziende sono state costrette a interrompere le loro attività e a rimanere chiuse sin dai primi mesi della pandemia.

          Per restare a galla in questo periodo difficile, diversi governi hanno fornito sostegno finanziario alle PMI e adottato politiche volte a mitigare gli effetti negativi della crisi. Tuttavia, in molti casi la risposta è arrivata dalle stesse aziende, che sempre di più hanno iniziato a puntare sull’innovazione e sulla trasformazione digitale. Vari studi condotti nell’ultimo anno hanno rilevato, infatti, che l'uso della tecnologia digitale – e in particolare della tecnologia dell’informazione - aiuta le PMI a sopravvivere e ad affrontare le conseguenze della pandemia. Allo stesso modo, la pratica della “strategic agility” ha attenuato gli effetti negativi della crisi sui risultati delle PMI.

          Utilizzando un set di dati da un sondaggio con 518 PMI cinesi, lo studio “The digitalization and public crisis responses of small and medium enterprises: Implications from a COVID-19 survey”, ad esempio, ha esaminato la relazione tra la digitalizzazione delle PMI e le loro risposte pubbliche alla crisi: i risultati empirici mostrano che la digitalizzazione ha consentito alle PMI di rispondere efficacemente alla crisi sfruttando le loro capacità dinamiche.

          Come messo in luce dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), il COVID-19 ha accelerato in particolare la transizione al digitale. Durante la pandemia, molte aziende hanno spostato le operazioni online per rimanere in attività, con le piattaforme online che svolgono un ruolo sempre più essenziale nel connettere gli utenti a mercati, fornitori o risorse.

          Molti cambiamenti sono destinati a durare, visti gli investimenti fatti. Tra le PMI che hanno accelerato l'uso del digitale durante la pandemia, circa i due terzi sono costituite da lavoratori autonomi, microimprese e piccole imprese e il 78 per cento delle medie imprese hanno dichiarato permanenti questi cambiamenti.

          La transizione accelerata al digitale ha, d’altro canto, rivelato l'esposizione delle piccole e medie imprese e dell'imprenditorialità (PMI&E) ai rischi per la sicurezza digitale, con un incremento di attacchi informatici alle PMI impreparate.

          La pandemia ha indotto i governi a dare priorità – come mai prima d’ora –  alla digitalizzazione delle PMI, alla riqualificazione e all'innovazione e a partire dal giugno 2020 sono stati adottati pacchetti di rilancio sempre più mirati a sostenere la ripresa sostenibile.

          Secondo l’OCSE, laddove le PMI hanno potuto accedere a più forme di sostegno durante la crisi, sono state anche in grado di digitalizzare più rapidamente. È stato inoltre esteso il supporto a start-up e scale-up, non solo per aiutare a superare i vincoli di liquidità, ma anche per accedere all'innovazione e al capitale di crescita. È troppo presto per dire se queste innovazioni possono portare a una maggiore produttività, tuttavia le specificità dell'attuale crisi potrebbero aver favorito alcune forme di innovazione più di altre, il che potrebbe rendere le start-up di oggi più resilienti, soprattutto nell'economia post-COVID.

          È in quest’ottica che Generali, in occasione del 190° anniversario del Gruppo, ha lanciato il progetto SME EnterPRIZE, un'iniziativa di punta inclusa nel piano strategico Generali 2021 e dedicata alle PMI europee con l'obiettivo di promuovere modelli di business sostenibili e stimolare un dibattito pubblico sulla sostenibilità.

          Le PMI sono il fondamento dell'economia europea: costituiscono oltre il 99 per cento delle imprese nell'UE, danno lavoro a due terzi di tutti i dipendenti del settore privato e contribuiscono al 56 per cento del valore aggiunto creato dalle imprese europee. Soprattutto in questo momento storico straordinario, promuovere le PMI nella loro trasformazione digitale e sostenibile significa avere un impatto positivo sull'economia reale e sul futuro delle comunità, e quindi garantire uno sviluppo sostenibile a lungo termine, in linea con le priorità dell'Europa.

          Durante l'evento SME EnterPRIZE, che si svolgerà a Bruxelles il 28 settembre alla presenza di rappresentanti delle istituzioni europee, Generali presenterà la prima edizione di un White Paper – sviluppato in collaborazione con SDA Bocconi – dedicato allo studio dell'integrazione dei principi di sostenibilità nelle PMI europee. L'evento darà visibilità anche ai “Sustainability Heroes”: imprenditori che hanno implementato notevoli iniziative di sostenibilità nelle loro attività e che possono diventare un modello di ispirazione per i colleghi imprenditori, diventando così ambasciatori della sostenibilità.

          Maggiori informazioni sono disponibili su https://it.sme-enterprize.com/.