Generali Group

          dove siamo

                                   

          Autovalutazione

          Autovalutazione

          Dal 2011 i Consiglieri conducono annualmente un’autovalutazione sul funzionamento del Consiglio di amministrazione e dei comitati endoconsiliari nonché sulla loro dimensione e composizione.

          Il processo di autovalutazione viene condotto con il supporto di una primaria società di consulenza, scelta dal Consiglio previo parere del Comitato per la corporate governance e la sostenibilità sociale e ambientale, anche attraverso l’utilizzo di questionari, incontri e/o colloqui individuali.

          I risultati della valutazione relativa all’esercizio sociale 2019 sono stati esaminati dal Consiglio, previo parere del Comitato per la corporate governance e la sostenibilità sociale e ambientale, e hanno fatto emergere alcuni punti di forza (vedi tabella) e talune aree di attenzione. Si segnala che le aree di eccellenza emerse dall'analisi sono notevolmente aumentate rispetto allo scorso anno.

          AREA

          FOCUS
          Dimensione, composizione e competenze del Consiglio di Amministrazione Adeguatezza della dimensione del CdA
          Appropriato il rapporto tra Amministratori Esecutivi e Non Esecutivi (1:12) e tra Amministratori Indipendenti e Non Indipendenti (8:5)
          Apprezzamento per il mix di competenze ed esperienze nel Consiglio
          Apprezzamento per l'allineamento dell'attuale composizione del Consiglio con quanto raccomandato nel parere di orientamento agli Azionisti
          Adeguatezza dei processi di nomina del CdA, preceduti dal parere di orientamento approvato dal Consiglio
          Assetto organizzativo Adeguatezza dell'assetto di governance degli organi sociali
          Adeguatezza del numero e della natura degli incarichi esterni ricoperti dagli Amministratori che garantiscono tempi idonei per l'adempimento del ruolo
          Funzionamento e formazione degli Amministratori Soddisfazione generale per l'attività di formazione a beneficio del Consiglio e apprezzamento per il programma di Board induction per i nuovi Consiglieri, pur con alcuni spazi di miglioramento
          Adeguatezza del numero delle riunioni e della durata delle stesse
          Apprezzamento dell'indipendenza sostanziale e di giudizio degli Amministratori
          Efficienza ed efficacia del processo decisionale, a fronte di un ruolo chiave sostanziale del Consiglio
          Adeguatezza del flusso informativo, sia in termini di contenuto, sia per la tempistica con cui la documentazione è trasmessa ai Consiglieri
          Soddisfazione per la presenza e la partecipazione attiva degli Amministratori alle riunioni del Consiglio
          Efficacia del processo di verbalizzazione delle sedute consiliari
          Soddisfazione per la gestione in Consiglio delle informazioni price sensitive e di quelle non finanziarie
          Ruolo del Presidente e del Group CEO Apprezzamento del ruolo e dello stile di leadership del Presidente nelle dinamiche consiliari
          Riconoscimento del rapporto costruttivo e bilanciato tra Presidente e Group CEO
          Adeguatezza del riparto di poteri tra il Consiglio e il Group CEO, nel bilanciamento tra funzioni strategica e gestionale
          Apprezzamento per il top management quale elemento competitivo e asset fondamentale per la Società
          Crescente soddisfazione per la proattività con cui il Group CEO fornisce quadri e analisi informative sul business assicurativo
          Apprezzamento per la qualità e continuità dei rapporti tra Consiglio e Group CEO
          Collegio sindacale Soddisfazione per le modalità con cui il Collegio esercita il ruolo di vigilanza, per la sua interazione con il Consiglio e apprezzamento per l'autorevolezza della Presidente

          Una parte minoritaria dei Consiglieri ha evidenziato le seguenti aree di attenzione:

          • rafforzare le competenze in materia di sostenibilità sociale e ambientale;
          • elevare la componente internazionale nel Consiglio;
          • rafforzare le aree IT, digitalizzazione e sicurezza cibernetica: su tale aspetto il Consiglio ha già avviato un processo per acquisire informative più puntuali dal management, anche attraverso apposite sessioni di formazione;
          • migliorare i flussi informativi su tematiche relative alle risorse umane;
          • intensificare l’attività di benchmarking sui temi rilevanti nei trend di mercato.