Generali SpA

    sedi e servizi globali
                             

    Investire in Generali

    Investire in Generali significa investire in una delle principali realtà assicurative e finanziarie a livello mondiale con 185 anni di esperienza alle spalle e, davanti a sé, un futuro ancora da costruire all’insegna della crescita sostenibile e redditizia per la comunità, i clienti, i dipendenti e gli azionisti.

    Investire in Generali
    Investire in Generali

    Abbiamo un marchio conosciuto in tutto il mondo. Siamo leader di mercato in Italia con una quota complessiva del 15,5%. La forza del brand non si limita tuttavia al solo territorio nazionale, la società infatti vanta posizioni di forza anche in Germania, in Francia e nell’Est Europa, dove rappresenta uno dei primari gruppi assicurativi presenti sul mercato, e in altri mercati ad elevata prospettiva di crescita. Complessivamente siamo presenti in più di 60 paesi.

    La dimensione totale dei premi e degli asset ci pone ai primi posti tra i gruppi assicurativi nel mondo. Nata a Trieste quasi due secoli fa, Generali ha chiuso l’esercizio 2015 con risultati molto soddisfacenti: l’utile netto registra un incremento significativo ad oltre 2 miliardi di euro e i premi complessivi superano i 74 miliardi.

    Fin dalle origini, nel 1831 sotto il dominio dell’impero austro-ungarico, ci ha caratterizzato la forte vocazione internazionale e la presenza internazionale è la nostra maggiore forza. In qualità di grande società a baricentro europeo, oggi il gruppo vanta un diversificazione geografica bilanciata tra Paesi maturi (come appunto Italia, Germania e Francia) e mercati ad elevata prospettiva di crescita.

    Per i clienti sviluppiamo soluzioni assicurative vita e danni semplici, integrate, personalizzate, competitive al fine di soddisfare le loro esigenze: l’offerta spazia dalle polizze di risparmio, di protezione individuali e della famiglia, polizze unit-linked, nonché coperture mass-market come RCAuto, abitazione, infortuni e malattia fino a sofisticate coperture per rischi commerciali ed industriali e piani complessi per le multinazionali.

    Il mercato assicurativo è al centro di un profondo momento di cambiamento. Generali ha deciso di approcciare l’innovazione a differenti livelli: cercando partnership globali con player internazionali che abbiano competenze complementari e cercando di fare leva sulla comunità di innovatori, startupper, imprenditori al di fuori del Gruppo per generare idee, business model e soluzioni tecniche che possano aiutare a rispondere alle nuove sfide.

    Distribuiamo i nostri prodotti e offriamo i nostri servizi seguendo una strategia multicanale: rispondiamo pertanto alla richiesta dei nostri clienti di entrare in contatto con noi in modi differenti. Vogliamo diventare un eccellente fornitore di soluzioni assicurative distribuibili attraverso molteplici canali e accessibili in diverse modalità grazie alle nuove tecnologie: non solo attraverso una rete globale di agenti e promotori finanziari ma anche attraverso broker, bancassurance e canali diretti che rendono sempre più indipendenti i clienti potendo ottenere informazioni su prodotti alternativi, confrontare le opzioni per il prodotto scelto, acquistare quello preferito e avere un buon servizio post-vendita, realizzando la c.d. customer experience.

    Il Gruppo continua ad avere un forte focus sulla posizione patrimoniale, che è stata rafforzata nell’arco del 2015. Il patrimonio netto segna una crescita a € 23,6 miliardi e l’indice Solvency I è pari a 164%. L’elevata generazione ricorrente di capitale a livello di Gruppo ha spinto la crescita dell’Economic Solvency ratio a 202%, calcolato secondo i principi di Solvency II, entrati in vigore da gennaio 2016. Il riconoscimento della nostra solidità patrimoniale emerge anche dalle valutazioni assegnateci dalle maggiori agenzie di rating internazionali: Am Best ha un A con un outlook stabile, Fitch un A- con un outlook stabile e Moody’s un Baa1 con un outlook sempre stabile.

    In base alla strategia lanciata in occasione dell’ultimo Investor Day, il Gruppo intende raggiungere nei prossimi 4 anni un net operating cash cumulativo di oltre € 7 miliardi, mentre i dividendi aggregati fino al 2018 supereranno € 5 miliardi. Relativamente al programma di riduzione dei costi, si otterrà una riduzione netta di € 200 milioni di costi operativi nei mercati maturi entro il 2019.

    Sono più di centocinquant’anni che stacchiamo una cedola annua per retribuire gli azionisti. Una tradizione che confermiamo per gli anni a venire. Con il bilancio 2015, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di pagare a tutti i nostri azionisti un dividendo pari a 72 centesimi di euro per azione, una crescita di 12 centesimi (+20%) rispetto allo scorso anno.

    Crediamo nella sostenibilità, come evidenziato dall’inclusione nei principali indici etici e nei ranking internazionali maggiormente seguiti. Riteniamo che solo attraverso un comportamento responsabile possiamo creare realmente valore per la comunità, i dipendenti, i clienti e i nostri azionisti. 
    Nel corso della storia Generali si è sempre contraddistinta per l’attenzione nei confronti di collaboratori, azionisti e comunità locali. Un’attenzione fondata sull’adesione ai valori della professionalità, trasparenza e responsabilità. Il nostro impegno è confermato dalla sottoscrizione delle più importanti iniziative internazionali in materia di responsabilità sociale d’impresa, tra cui UN Global Compact, Principles for Sustainable Insurance (PSI), Principle for Responsible Investment.