Generali Group

                                 

          Codice di condotta

          Il Codice di Condotta del Gruppo Generali, insieme ai nostri Valori (Value our people, Deliver on the promise, Be open, Live the community), costituisce il fondamento dell'identità culturale del Gruppo volta a garantire sostenibilità e successo di lungo termine, a contribuire positivamente al benessere di tutte le parti interessate e, in ultima analisi, a realizzare il nostro purpose “enable people to shape a safer future by caring for their lives and dreams”.

          Codice di Condotta 5 mb  

          Il nostro Codice definisce le regole di comportamento da osservare e fornisce specifiche regole di condotta relative, ad esempio a: la promozione di un corretto comportamento aziendale, la diversità e l’inclusione, la sostenibilità, le informazioni personali e la privacy, la libera concorrenza e l’antitrust, la prevenzione dei conflitti di interesse, dell’abuso di ufficio e della corruzione, del riciclaggio di denaro, del finanziamento al terrorismo e delle violazioni di sanzioni internazionali. Il Codice sancisce inoltre il diritto di essere trattati onestamente e senza discriminazioni, come pure quello di lavorare per un’organizzazione che promuove e premia il lavoro svolto in maniera etica.

          Il nostro Codice di Condotta è adottato anche dalle nostre joint ventures e costituisce un punto di riferimento anche per i nostri consulenti, fornitori, agenti, ecc.

          Di seguito è possibile selezionare le traduzioni del Codice di Condotta applicabili nei paesi in cui Generali opera:

          Segnalazione di violazioni (whistleblowing)

          Incoraggiamo le persone a segnalare qualsiasi atteggiamento o azione che ritengano una violazione attraverso i seguenti canali:

          • via posta: Group Compliance - Business Integrity - Via Machiavelli, 3, 34132 Trieste.
          • via i numeri di telefono gratuiti o webform per tutti i Paesi in cui opera Generali disponibili qui: generalihelpline.ethicspoint.com 

          Per informazioni dettagliate sulla gestione delle segnalazioni si veda il “Processo per la gestione delle segnalazioni

          Garantiamo la massima riservatezza e, ove consentito, accettiamo anche segnalazioni anonime.

          Il Gruppo Generali è fortemente impegnato a mantenere un ambiente di lavoro privo di molestie, sessuali e non, intimidazioni, discriminazioni e ritorsioni per avere svolto attività protette come la segnalazione di violazioni o la partecipazione a indagini relative a presunte violazioni della legge, del Codice o di altra normativa interna.

          Secondo il nostro Codice di Condotta, il Gruppo garantisce un ambiente di lavoro stimolante, libero da ogni tipo di discriminazione o molestia. I dipendenti devono trattarsi reciprocamente con rispetto, evitando comportamenti che possano ferire la dignità di qualcun altro. I manager devono creare e promuovere un ambiente accogliente e solidale, in cui l'integrità, il rispetto, la cooperazione, la diversità e l'inclusione siano effettivamente perseguiti. Questo approccio proibisce esplicitamente ogni forma di molestie, incluse quelle  sessuali, e prevede tolleranza zero per la discriminazione. Come per tutte le altre violazioni del Codice, anche in caso di comportamenti discriminatori o molesti deve essere seguito il processo di escalation definito (vedi sopra) e quando opportuno vengono intraprese azioni correttive o disciplinari fino alla cessazione del rapporto di lavoro e possono implicare anche sanzioni civili e/o penali, in conformità alla legge locale e ai regolamenti interni.

          Il Gruppo vieta severamente qualsiasi forma di ritorsione nei confronti dei dipendenti che identificano rilievi o pongono domande, segnalano, partecipano a un'indagine, rifiutano di partecipare a attività sospette di essere illecite o scorrette. La ritorsione è considerata una forma di condotta illecita. Qualsiasi azione di ritorsione individuata è soggetta ad azioni disciplinari fino alla cessazione del rapporto di lavoro.

          La formazione sulla discriminazione e le molestie sul posto di lavoro è erogata attraverso iniziative specifiche, anche locali, ed è inclusa nei nostri corsi sul Codice di Condotta di Gruppo.

          Nel 2020, la Funzione Compliance ha ricevuto 100 segnalazioni, suddivise come segue: comportamenti aziendali non etici come la cultura etica (41), ambiente di lavoro, diversità e inclusione – discriminazione e molestie (15), distribuzione (11), lotta alla corruzione anche tra privati (4), frodi interne perpetrate da personale amministrativo o intermediari (12), dati personali e privacy (5), luogo di lavoro (3), tutela dei dati del cliente (2), esternalizzazioni (1), frode esterna (2), sistemi informatici (1), fit & proper (1), divulgazione al mercato (1), antiriciclaggio (1).

          Nel 2020 sono state archiviate 114 segnalazioni, di cui 68 sono risultate fondate e hanno portato all'adozione delle seguenti misure: avvertimento (22); licenziamento o risoluzione del contratto di lavoro (21); revisione di policy/procedure (12); formazione (5); misure disciplinari diverse dalla risoluzione (4); dimissioni (4).

          Il valore monetario dei danni derivanti dai casi di cui sopra è considerato trascurabile.

          LA FORMAZIONE SUL CODICE DI CONDOTTA

          • La formazione sulla discriminazione e le molestie sul posto di lavoro è erogata attraverso iniziative specifiche, anche locali, ed è inclusa nei nostri corsi sul Codice di Condotta di Gruppo. Alla fine del 2020, 53.511 dipendenti (incluso dipendenti part-time) hanno completato il Corso di formazione al Codice di Condotta.

          ALTRE POLICY DEL GRUPPO

          Informativa sul trattamento dei dati 52 kb  
          Responsible Investment Guideline 213 kb  
          Responsible Underwriting Group Guideline 467 kb  
          Codice Etico per i Fornitori del Gruppo Generali 2 mb  
          Sustainability Group Policy 284 kb