Generali SpA

    sedi e servizi globali
                             

    Innoviamo per le nostre persone

    La complessità dei temi che ci troviamo ad affrontare ci ha portato a lavorare in modo sempre più integrato e trasversale rispetto alle diverse aree funzionali e business unit, per avere una visione ampia e poter valorizzare le diverse competenze e approcci, che rappresentano un asset fondamentale per il Gruppo.

    Raccontare un gruppo come Generali richiede una molteplicità di punti di vista insieme alla capacità di esprimere la visione strategica. Per questo nel 2016 si è consolidato l’Integrated Lab, costituito dalle funzioni Group Integrated Reporting & CFO Hub, Shareholders and Governance, Group Reward e Group Social Responsibility che si sono incontrate periodicamente per impostare i rispettivi report in modo che fossero tra loro coordinati e rappresentassero le diverse declinazioni di un’unica strategia. In particolare, nell’ambito del Lab sono stati promossi una serie di workshop interattivi aperti a tutti i dipendenti del Gruppo, con l’obiettivo di illustrare i report che vengono pubblicati, con un focus sulla Relazione Annuale Integrata e sul Rapporto di Sostenibilità. È stata l’occasione per condividerne i contenuti e per recepire suggerimenti di miglioramento. Complessivamente, hanno partecipato oltre 150 persone, nelle sedi di Trieste, Mogliano Veneto, Milano e Parigi.

    Il pensiero integrato ha ispirato l’attivazione del programma GALILEO, che gestisce in modo sinergico un insieme di progetti strategici dell’area del Group Chief Financial Officer (GCFO). Attraverso una governance strutturata, GALILEO ambisce a gestire le principali sfide dell’area finance, come ad esempio l’evoluzione dei principi contabili internazionali e l’implementazione del pillar 3 di Solvency II a livello di Gruppo, integrando i diversi progetti e gestendo le aspettative dei diversi stakeholder di Gruppo e i relativi rischi rilevanti di queste progettualità. Sponsorizzato dal GCFO, il programma coinvolge strutturalmente molte aree del Group Head Office e tutte le business unit. Con questo approccio abbiamo migliorato il nostro modello operativo, gestendo più efficacemente le sfide future.

    In alcuni Paesi stiamo sviluppando lo smart working, basato su connettività e flessibilità. Stiamo inoltre creando un ambiente inclusivo e aperto, in cui ognuno possa dare il suo contributo e fare la differenza, valorizzando autonomia, responsabilità e fiducia personali.

    In Italia, nelle compagnie Assicurazioni Generali, Generali Italia e in Generali Business Solutions abbiamo lanciato il primo progetto pilota di smart working, come innovazione organizzativa e come risposta alla Global Engagement Survey su temi di work-life balance. Il progetto è partito a marzo 2016 con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali per adottare modalità operative condivise. I beneficiari del progetto, operativo da dicembre 2016, sono circa 230 colleghi del polo di Milano, che hanno aderito su base volontaria, firmato un accordo individuale e seguito un corso di formazione sugli aspetti di salute e sicurezza.

    In Francia, abbiamo fatto leva su nuovi strumenti tecnologici quali thinclient, PC portatili e l’uso di Lync (una piattaforma per chat, video chiamate e condivisione del desktop) per migliorare il benessere nell’ambiente lavorativo. Abbiamo, inoltre, previsto un nuovo contratto sociale che consente il lavoro a domicilio, il telelavoro negli uffici commerciali e un nuovo uso degli spazi nei locali.