Generali Group

                                 

          Investire per il clima

          Contrastare il cambiamento climatico è una delle priorità del nostro secolo.

          La COP21 di Parigi ha evidenziato la necessità di un coinvolgimento attivo del settore privato, e dell'industria finanziaria in particolare, per limitare l'aumento della temperatura globale e accelerare la transizione verso un modello economico più sostenibile. Nel 2018 anche l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) ha evidenziato la necessità di limitare l'aumento della temperatura a 1,5°C rispetto all'era preindustriale, al fine di evitare conseguenze catastrofiche sull'ambiente e sull'umanità.

          Per un investitore delle nostre dimensioni, il modo migliore per cogliere questa sfida è decarbonizzare il nostro portafoglio di investimenti in linea con i suggerimenti della comunità scientifica. Di conseguenza, nel 2018 abbiamo sviluppato e presentato al mercato una nuova strategia di Gruppo per il clima, che ha fissato 3 impegni chiave per i nostri investimenti: una politica di esclusione del carbone, un obiettivo di 4,5 miliardi di nuovi investimenti Green & Sustainable entro il 2021 e un approccio di engagement coerente con il modello di Just Transition.

          Da allora, abbiamo fatto seguito ai nostri impegni e sviluppato i prossimi passi della nostra strategia per il clima.

          Nel 2020 il Gruppo Generali ha aderito alla Net Zero Asset Owner Alliance, iniziativa promossa dalle Nazioni Unite che chiede ai propri firmatari di azzerare le emissioni nette relative al portafoglio di investimenti entro il 2050.

          Nel 2021 abbiamo dato seguito a una strategia climatica rinnovata e rafforzata, che introduce nuovi ambiziosi obiettivi e conferma i nostri impegni:

          • Il nostro contributo al finanziamento della transizione sostenibile: investiremo 8,5-9,5 miliardi di euro in obbligazioni verdi e sostenibili entro il 2025, con fine anno 2020 come riferimento. Questo obiettivo è in linea con il precedente obiettivo di 4,5 miliardi di euro tra il 2019 e il 2021, che è stato superato in anticipo.
          • Soglia di esclusione del carbone più rigorosa e piano di eliminazione completa del carbone: il focus è l’esclusione di nuovi investimenti e la dismissione progressiva delle attività legate al carbone nel portafoglio di Generali. Ciò sarà ottenuto applicando criteri di esclusione sempre più restrittivi. L'obiettivo finale è eliminare completamente gli emittenti che operano nel settore del carbone termico nei paesi dell'OCSE entro il 2030 ed entro il 2040 nel resto del mondo.
          • Esclusione delle sabbie bituminose: esclusione degli investimenti in emittenti che producono combustibili fossili non convenzionali, in particolare ricavati da sabbie bituminose.
          • Obiettivi di decarbonizzazione del portafoglio per il 2025: in qualità di membro della Net Zero Asset Owner Alliance, Generali si è impegnata a decarbonizzare gradualmente il proprio portafoglio di investimenti per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050. Questo impegno a lungo termine è coerente con l'obiettivo dell'Accordo di Parigi di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C sopra i livelli preindustriali. Come target intermedio per il 2025, Generali ridurrà in 5 anni le emissioni di carbonio per il portafoglio corporate (obbligazioni societarie, azioni quotate) del 25% e allineerà il portafoglio immobiliare a una traiettoria coerente con lo scenario 1,5°C. Il periodo di riferimento per il calcolo di questo obiettivo coprirà la fine dell'anno 2019 fino alla fine dell'anno 2024.
          • Engagement delle società investite per guidare l'impatto nel mondo reale: Generali si impegna a creare un impatto nel mondo reale attraverso attività di active ownership. Entro il 2025 ingaggeremo 20 società ad alta intensità di carbonio nel nostro portafoglio per incoraggiare un percorso di decarbonizzazione in linea con i nostri impegni sul clima. Per portare a termine il processo di engagement, faremo leva anche sulle piattaforme di engagement collaborativo di cui facciamo parte (come Climate Action 100+) per massimizzare il nostro impatto.

          Si prega di consultare ulteriori dettagli nella nostra Nota tecnica sui cambiamenti climatici.