Generali Group

          dove siamo

                                 

          Le Procuratie Vecchie ospitano l’iniziativa “Italia Domani - Dialoghi sul Piano nazionale di Ripresa e Resilienza”, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

          L’evento è il primo appuntamento ufficiale che si tiene all’interno dello storico edificio veneziano, da cinque anni al centro di un profondo restauro ad opera del Gruppo, che riaprirà le proprie porte all’inizio di aprile per la prima volta dopo 500 anni

          Le Procuratie Vecchie hanno ospitato l’iniziativa “Italia Domani - Dialoghi sul Piano nazionale di Ripresa e Resilienza”, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per coinvolgere cittadini, imprese e Amministrazioni locali nel dialogo sui contenuti e le opportunità del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr).

          Si tratta del primo appuntamento ufficiale ospitato dallo storico edificio situato in piazza San Marco a Venezia, che all’inizio di aprile riaprirà per la prima volta dopo 500 anni a seguito del restauro commissionato da Generali e ospiterà la sede di The Human Safety Net, fondazione del Gruppo dedicata allo sviluppo del potenziale umano nei contesti di maggiore vulnerabilità.

          Proprio all’interno dell’Auditorium “The Human Safety Net” il Group CEO di Generali, Philippe Donnet, ha accolto i rappresentanti delle istituzioni che sono intervenuti: Daniele Franco, Ministro dell’Economia e delle Finanze; Maria Cristina Messa, Ministra dell’Università e della ricerca; Renato Brunetta, Ministro della Pubblica amministrazione; Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto; e Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia.

          Dalla digitalizzazione all’innovazione, dalla transizione ecologica agli investimenti in salute e infrastrutture, i progetti e gli obiettivi del Pnrr riguardano ambiti in cui Generali intende portare un contributo significativo. Per garantire il successo del Piano sarà infatti fondamentale, come sottolineato dal Group CEO, la collaborazione sempre più stretta tra pubblico e privato: il solo approccio che permetterà di rispondere con efficacia a questa e a tutte le altre sfide senza precedenti dell’attuale momento storico.