Generali Group

          dove siamo

                                 

          Investimenti sostenibili

          Siamo investitori istituzionali globali, e l’attività di investment management è un cardine fondamentale nel business assicurativo. È una funzione con un impatto rilevante sull’economia reale, che permette di influire attivamente in ambiti quali le buone pratiche di governance delle nostre compagnie partecipate, la tutela dell’ambiente, il rispetto dei diritti umani e dei diritti del lavoro.

          In quanto firmatari del Global Compact e dei Principles for Responsible Investments (PRI) delle Nazioni Unite, ormai da diversi anni basiamo le nostre strategie di investimento anche su criteri ambientali, sociali e di corporate governance (ESG), senza rinunciare alla redditività e coerentemente ai principi di tutela del nostro asset più sensibile: la reputazione.

          Il Gruppo Generali ha formalizzato il proprio impegno nell’ambito degli investimenti responsabili a partire dal 2006, e le proprie Linee Guida Etiche sono state approvate nel 2010.
          Nel 2015 abbiamo sviluppato ulteriormente il nostro approccio con la pubblicazione del documento 
          Responsible Investment Group Guideline.

          In particolare, identifichiamo, valutiamo e monitoriamo gli investimenti che sono maggiormente esposti a rischi di natura sociale, ambientale e di corporate governance per tutti i nostri portafogli delle compagnie assicurative del Gruppo.

          Il nostro impegno verso gli investimenti responsabili ha anche portato all’istituzione del Group Responsible Investment Committee composto dai rappresentanti delle principali funzioni coinvolte nell’attività di gestione degli investimenti. Il Comitato ha il compito di supportare il GCIO nei seguenti ambiti:

          • integrazione dei criteri ESG nel processo decisionale sugli investimenti;
          • valutazione delle società emittenti non allineate con i criteri ESG definiti dal Gruppo e decisione sulla possibile inclusione nella Restricted List o nella Watch List;
          • discussione e revisione dei risultati delle attività di monitoraggio dell’esposizione del Gruppo ai rischi ESG da investimenti e follow-up sull’implementazione delle decisioni del GCIO.

          Il nostro obiettivo è quello di far leva sul nostro ruolo di investitore istituzionale per farci portatori del cambiamento anche attraverso l'attività di investimento. Attraverso il dialogo con le società emittenti incoraggiamo quindi le società in cui investiamo ad agire in maniera responsabile, richiedendo di giustificare i comportamenti osservati qualora questi non siano conformi ai criteri di sostenibilità che il Gruppo ha stabilito. 

          Con l’obiettivo più ampio di indirizzare il ruolo del Gruppo come active owner, abbiamo definito un completo Group Active Ownership Framework, regolato da una Guideline di Gruppo.

          L’
          Active Ownership Group Guideline – Asset Owner è stata redatta in conformità ai requisiti introdotti dalla Shareholder Rights Directive II in merito alla politica di impegno degli investitori istituzionali (Art. 3g della Direttiva (EU) 2017/828 che modifica la Direttiva 2007/36/EC), all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Regolamento UE 2019/2088) e tiene in considerazione le best practice dagli standard internazionali cui il Gruppo aderisce.

          Download

          Responsible Investment Group Guideline 213 kb  
          Active Ownership Group Guideline – Asset Owner, Febbraio 2021 (contenente le informazioni in merito alla politica di impegno ai sensi dell’art. 124-quinquies del decreto legislativo 24/02/1998, n. 58; e art. 4(1) del Regolamento IVASS n. 46/2020) 287 kb  
          Active Ownership Group Guideline – Asset Owner, Giugno 2020 (contenente le informazioni in merito alla politica di impegno ai sensi dell’art. 124-quinquies del decreto legislativo 24/02/1998, n. 58) 253 kb  
          Strategia di investimento azionario e accordi con i gestori di attivi (informativa al pubblico ai sensi dell’articolo 124-sexies del decreto legislativo 24/02/1998, n. 58; e art. 5(1)(2) del Regolamento IVASS n. 46/2020) 153 kb  
          Gestione dei rischi di sostenibilità e principali impatti negativi sugli investimenti 194 kb