Generali Group

          dove siamo

                                   

          Generali: un’azione globale contro il Covid-19

          In tutto il mondo, stiamo lavorando per sviluppare iniziative per tutelare le nostre persone e affrontare l’emergenza Covid-19

          Essere Partner di Vita delle nostre persone e dei nostri clienti è per noi della massima importanza, e oggi più che mai significa costruire fiducia e unire le forze per superare l’emergenza. Con la comparsa dell’epidemia di Covid-19, ci siamo immediatamente attivati a tutela delle nostre persone, siano essi dipendenti, agenti o partner di business, e per preservare la continuità operativa.

          Nei nostri uffici in tutto il mondo abbiamo messo in campo la tecnologia e i processi necessari per permettere a molti dei nostri dipendenti di lavorare da casa, limitando il più possibile incontri e spostamenti; abbiamo inoltre limitato o annullato viaggi ed eventi, sanificato gli uffici e creato, ove possibile, servizi di assistenza medica per i nostri dipendenti.

          Queste iniziative, prese tempestivamente, ci hanno permesso di garantire la continuità di tutte le nostre attività per dare supporto ai nostri clienti in questo momento difficile, fornendo informazioni sui canali alternativi disponibili per il servizio clienti nonché su nuovi prodotti e coperture aggiuntive ai contratti esistenti a favore delle persone colpite dal virus.

          Oltre a ciò, molte delle nostre Business Unit hanno sviluppato iniziative speciali per assistere le nostre persone e i nostri clienti:

          • Tra le iniziative legate al Fondo Straordinario Internazionale, Generali Deutschland ha istituito un fondo d'emergenza di € 30 milioni per sostenere clienti, partner commerciali e altri stakeholder. Generali in collaborazione con LunchLottery supporta la piattaforma online "Heroes Against Loneliness" e crea contatti con persone che soffrono particolarmente di isolamento.Con la testimonial Angelique Kerber, è stato attivato “Generali moves Germany", il programma di fitness online che motiva le persone in quarantena a restare fisicamente e mentalmente in salute. Generali Deutschland inoltre ha attivato MacherHilfe, una piattaforma gratuita e online di orientamento e accesso a Programmi di sostegno finanziati dallo Stato a piccole e medie imprese tedesche Generali inoltre, tramite il suo partner di cooperazione TeleClinic GmbH, offre ai suoi clienti a copertura totale una piattaforma per le cure telematiche. Inoltre, Generali Deutschland, ha contribuito al trasporto da Monaco all’Italia di 1500 tute mediche donate dalla Cina, occupandosi della logistica interna e lavorando con Air Dolomiti, la controllata italiana di Lufthansa, e l’Ambasciata d’Italia a Berlino.
          • Generali France ha partecipato al contributo di €200 milioni della Insurance Federation per il fondo di solidarietà del Governo francese, pari a €1 miliardo, dedicato a micro, piccole e medie imprese e ai lavoratori autonomi in difficoltà, per i quali sono inoltre stati previsti adattamenti ed estensioni dei contratti di assicurazione. Generali ha inoltre donato € 3 milioni per contribuire ai bisogni più urgenti dei 38 ospedali pubblici in prima linea nell’assistenza dei pazienti affetti da Covid-19. La Business Unit ha inoltre donato più di 10.000 mascherine all’ospedale di Saint-Denis e Generali Real Estate France ha messo a disposizione 15 appartamenti a Parigi (circa 50 camere da letto) per far fronte alla crisi sanitaria e rispondere alle esigenze del personale ospedaliero. Europ Assistance si è impegnata con il Samu social di Parigi a favore di oltre 5.000 famiglie svantaggiate. Europ Assistance ha contribuito alle raccomandazioni della missione guidata da Jérome Guedj per contrastare l’isolamento degli anziani e delle persone più fragili durante la quarantena. Si è inoltre attivata per fornire attrezzature mediche (7 respiratori e 7 ossimetri) a un importante ospedale parigino, oltre a 12 ventilatori polmonari a un’unità di terapia intensiva nella regione dell’Ile-de-France, e per organizzare il rimpatrio di cittadini francesi per motivi sanitari. Dai primi di marzo sono poi triplicate le consulenze mediche da remoto, e circa 50.000 anziani possono beneficiare del supporto. Inoltre Generali France ha lanciato “Generali Covid Protection Salariés”, per coperture senza scopo di lucro a sostegno dei dipendenti delle aziende. 
          • Generali Switzerland si impegna a combattere l’isolamento delle persone attraverso l’iniziativa “eroi contro la solitudine”; tra le attività che ne fanno parte figurano le telefonate di impiegati e agenti di Generali alle persone a rischio per informarsi sul loro stato di salute, la creazione di una piattaforma per mettere in contatto tutti coloro che lo desiderano, e la possibilità di coinvolgere associazioni, imprese e ONG.
          • Assicurazioni Generali, nell’ambito del Fondo Straordinario Internazionale lanciato per far fronte all’emergenza Covid-19, ha erogato un contributo di 30 milioni di euro alla Protezione Civile e al Sistema Sanitario Nazionale. In particolare, grazie ai 290 mila euro provenienti dalle donazioni dei dipendenti in Italia, Generali sostiene il Fondo attivato dalla Protezione Civile per le famiglie dei medici e del personale sanitario che hanno perso la vita nella lotta al virus, e l’ospedale Covid-19 di Camerino nelle Marche, una delle regioni più duramente colpite dalla pandemia. Generali ha inoltre effettuato una donazione di € 100.000 alla Polizia di Stato italiana. La donazione al Fondo di assistenza della Polizia verrà impiegata per l’acquisto di mascherine e dispositivi di protezione individuale a favore degli agenti quotidianamente impegnati a supporto della comunità. Generali Italia, Alleanza e Genertel offrono con Welion e Europ Assistance un teleconsulto attivo 24/7. Tra i vari interventi sviluppati da Generali Italia si ricordano le nuove coperture del pacchetto GeneraSalute, il prodotto assicurativo dedicato alle imprese, che offre ad esempio un’indennità da ricovero e convalescenza e numerosi servizi di assistenza alla persona - come il medico e la spesa a domicilio. Europ Assistance Italia ha donato 4 ventilatori polmonari per far fronte all’emergenza in Lombardia. Generali Italia inoltre ha deciso di arricchire “Immagina Benessere”, l’innovativa soluzione assicurativa per le famiglie italiane modulata secondo gli stili di vita, con nuove garanzie e servizi per la prevenzione e la protezione della salute. Con Das, la compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, è stato creato uno “sportello legale” per le problematiche legate alla diffusione del coronavirus e agli interventi necessari per il contenimento dell’epidemia. 
          • In Spagna, Generali ha donato 1,8 milioni di euro al fondo promosso dall’ UNESPA per assicurare gli operatori sanitari. Inoltre, Europ Assistance ha donato un ventilatore polmonare all’ospedale Getafe di Madrid e attivato un servizio telefonico per offrire assistenza psicologica gratuita a dipendenti, agli agenti e alle loro famiglie. Oltre a ciò, Generali ha attivato tre linee telefoniche: Covid-19 Information, per fornire informazioni ufficiali sull’epidemia e, se necessario, mettere in contatto con operatori sanitari; Amigo Generali, tramite cui è possibile ricevere supporto psicologico; e Telepharmacy service, che permette a dipendenti e agenti di ricevere a casa consegne di medicinali.
          • In Grecia, la Business Unit ha deciso di derogare all’esclusione della pandemia in caso di infezione da Covid-19 per i titolari di polizze, oltre a offrire indennità da ricovero giornaliere e rimborsi in caso di decesso.
          • In Turchia è in corso la creazione di un servizio online volto a fornire ai clienti di Generali in isolamento domiciliare consigli e consulenze gratuite da parte di personal trainer, chef e nutrizionisti certificati, oltre a sconti per la consegna a domicilio di generi alimentari e abbonamenti gratuiti a Netflix e Spotify.
          • In Austria è stato attivato un blog con informazioni e consigli su salute, fitness, prevenzione e idee per trascorrere il tempo durante l’isolamento. Generali Austria partecipa all’iniziativa “eroi contro la solitudine”. Tra le attività che ne fanno parte figurano le telefonate di impiegati e agenti di Generali ai clienti a rischio per informarsi sul loro stato di salute, la creazione di una piattaforma su cui le persone possono registrarsi e rimanere in contatto tra loro e la possibilità di coinvolgere associazioni, imprese e ONG. Inoltre, la startup “drd” (doctors recommended by doctors) comincerà a offrire consulenza medica generale tramite videochiamata in tutta l’Austria con la collaborazione di Generali e Drei. Per dare sollievo agli ambulatori medici ed evitare visite mediche, con relativo rischio di contagio, il lancio del primo servizio completo di telemedicina austriaco, previsto in origine per l'estate 2020, è stato anticipato. Infine, in collaborazione con Europ Assistance, Generali Austria ha allestito una hotline da contattare per questioni mediche e problemi informatici oltre che per fornire sostegno in caso di preoccupazioni e paure di natura personale. Il servizio è aperto a tutti, clienti di Generali e non. La hotline Coronavirus di Generali è disponibile 24 ore su 24 su tutto il territorio austriaco. Il team di supporto è formato da infermieri, medici, tecnici, psicologi e terapisti. La hotline è pensata inoltre per offrire supporto psicologico.
          • In Ungheria è stato attivato il Medi24 un teleconsulto gratuito per tutti i clienti con contratto di assicurazione Private Care e Company Care da inizio aprile. Inoltre Generali si impegna a pagare una volta il costo del test Covid-19 (fino a HUF 15.000 – circa €42) e fornisce assistenza per trovare il fornitore e dare la possibilità di ricevere un consulto anche ai pazienti in quarantena domiciliare. Generali for Safety Foundation ha donato HUF 50 milioni (circa €140.000) affinché l’ospedale Buda Health Centre, Centro Nazionale per le Malattie del Midollo Spinale, possa essere riconvertito in struttura per gestire la pandemia. Grazie a questa donazione sarà possibile acquistare test per il rilevamento del coronavirus, attrezzature di laboratorio e macchinari a ultrasuoni utilizzati nelle terapie intensive.
          • In Polonia sono stati acquistati 48 ventilatori grazie al supporto di Generali Polska, che ha dedicato oltre €350.000 a questo scopo. Inoltre, in collaborazione con Caritas Polska, con la campagna “Grateful Medics”, ha sovvenzionato l’acquisto di respiratori necessari per le unità di terapia intensiva. In collaborazione con altri assicuratori, Generali Polska ha anche sostenuto l’Ospedale Clinico Centrale del Ministero degli interni e dell’Amministrazione di Varsavia. L’importo totale attualmente assegnato al supporto ospedaliero dalle società Generali Polonia è di 360.000 PLN (circa 80.000 euro). Con il supporto di Europ Assistance Poland, è stato poi creato un call center attivo 24/7 per fornire informazioni ai clienti relativamente alle precauzioni da adottare in caso di spostamenti e alla prevenzione dell’infezione. Inoltre, Generali, Proama e Concordia hanno messo a disposizione un numero verde tramite cui i loro clienti possono ricevere una consulenza medica gratuita sul coronavirus. Al numero di telefono dedicato rispondono consulenti con formazione medica. Grazie alla collaborazione con il fornitore di servizi di telemedicina Meedy, i clienti avranno inoltre accesso a servizi di medicina a distanza e potranno ricevere consulenza medica senza uscire di casa.
          • In Repubblica Ceca, i clienti di Česká pojišťovna che lavorano in ambito sanitario e che possiedono assicurazioni su proprietà, auto o vita hanno ricevuto un’assicurazione contro l’infezione da Coronavirus valida dal primo maggio per i successivi tre mesi che copre il il rischio di ricovero in ospedale e decesso. Generali Česká pojišťovna ha poi collaborato con l’Associazione degli Infermieri della Repubblica Ceca per l’organizzazione della campagna “Pomáháme sestřičkám” (“Helping Nurses”), offrendo un’assicurazione sulla vita nonché supporto e sostegno psicologico agli operatori sanitari in prima linea nell’affrontare l’emergenza. Inoltre, grazie a un contributo finanziario di Generali Investments CEE pari a CZK 1,5 milioni, il Comitato di Buona Volontà della Olga Havlová Foundation ha creato un Fondo di sostegno agli anziani per garantire alle persone sole approvvigionamento di cibo, farmaci e assistenza medica. Generali ha poi aderito alla campagna #ChránímTebe (#ProtectingYou), nell’ambito della quale alcune celebrità danno informazioni al pubblico sull’importanza della prevenzione e dell’uso delle mascherine.
          • Generali Osiguranje Srbija ha pubblicato un manuale di supporto psicologico sul sito web. Il manuale è stato scritto in collaborazione con la psicologa Suzana Banovic. Generali Srbija ha anche creato un centro di informazioni e uno speciale Medic Call center per i clienti in possesso di un’assicurazione sanitaria. Oltre a ciò, le polizze di assicurazione viaggi sono state estese a tutti i clienti della Business Unit che si trovano all’estero e non hanno la possibilità di fare ritorno a casa. Generali Osiguranje Srbija ha anche scelto di offrire gratuitamente copertura per Covid-19 a clienti che abbiano in essere un’assicurazione per piccole e medie imprese o un’assicurazione sulla vita. Generali ha adottato una soluzione speciale che prevede l’estensione della copertura stipulata. La compagnia di assicurazioni invita a non attendere il periodo di rinnovo per rinnovare la propria polizza. Già oggi i clienti possono modificare il rinnovo, stipulare una nuova polizza e richiedere risarcimenti da remoto - per telefono, online, tramite e-mail o tramite l’App My Generali. Inoltre, Generali offre gratuitamente copertura aggiuntiva in caso di ricovero dovuto al Covid-19 a clienti con polizza vita di durata maggiore di cinque anni e copertura in caso di decesso dell'assicurato dovuto al virus.
          • In Slovacchia, Generali ha acquistato 5 robot all'avanguardia per la disinfezione UVD per i più grandi ospedali slovacchi per un valore di circa €435.000. Tutti gli operatori sanitari che hanno stipulato un'assicurazione sulla vita individuale con Generali hanno ricevuto una copertura aggiuntiva automatica e gratuita oltre il quadro del loro contratto nel periodo dal 20 aprile 2020 al 19 luglio 2020. In caso di ricovero per almeno tre notti a causa del Covid-19, è previsto un risarcimento straordinario di €700, mentre in caso di decesso causato dal virus il risarcimento ammonta a €10.000.
          • Hong Kong è stata offerta una copertura da coronavirus a partner di business e clienti (per integrare vari tipi di piani di assicurazione sulla vita) che consiste in indennità da ricovero e in caso di decesso.
          • Inoltre, i dipendenti dell’ufficio regionale di Generali in Asia e a Hong Kong hanno raccolto oltre HK$ 600,000 (circa € 65,000) donando parte dei loro permessi retribuiti alla Hospital Authority (HA), creata per gestire i servizi ospedalieri pubblici a Hong Kong durante la pandemia.
          • Generali China Insurance è stata la prima a sviluppare una polizza di protezione da Covid-19 per gli impiegati di piccole e medie imprese nel paese, in collaborazione con il partner Nanyan InsurTech. Tra le altre iniziative si ricordano l’estensione dei piani assicurativi esistenti per individui e PMI e la donazione a fondazioni al fine di sostenere l’offerta di cure mediche e di fornire dispositivi di protezione nelle aree più colpite. Generali China Insurance ha deciso di offrire un’assicurazione a tutti i medici specialisti cinesi in Italia per proteggere pienamente la loro sicurezza e salute. In collaborazione con Europ Assistance, Generali Concierge Services, è stata inoltre attivata una linea dedicata 24/7. L’assistenza telefonica che viene offerta con servizi di supporto personalizzato consente ai medici di ricevere il sostegno di cui hanno bisogno.
          • Generali U.K. ha stretto una partnership con Filmtronics Ltd per produrre inizialmente 10.000 mascherine consegnate agli ospedali del National Health Service di Londra.
          • Generali Insurance AD ha deciso di assistere i medici negli ospedali di Vidin, Belogradchik e Cherven Bryag, che lottano quotidianamente per preservare e migliorare la vita delle persone. Inoltre, Generali Bulgaria ha donato due respiratori per due ospedali nella capitale, per oltre €36.000.

          Numerose altre iniziative per sostenere dipendenti, partner e clienti sono ancora in fase di sviluppo, a testimoniare l’impegno a far leva sulle nostre competenze per proteggere le nostre persone e affrontare insieme le sfide del nostro tempo.