Generali Group

                                 

          Generali Milano Marathon Special Edition 2021

          Più di 9.000 i partecipanti, che hanno contribuito a sostenere numerose organizzazioni non profit: ognuno con il proprio passo, ma tutti insieme per raggiungere lo stesso traguardo

          Anche quest’anno la Generali Milano Marathon, che si è svolta domenica 16 maggio in un’edizione speciale, ha dimostrato che correre fa bene e fa del bene agli altri: sono stati in molti a partecipare e a rendere possibile la raccolta di fondi attraverso il programma di solidarietà collegato alla maratona a sostegno di numerose organizzazioni non profit. 

          Si è trattato di un evento speciale per dare un segnale di speranza all’insegna del motto “correre insieme, ovunque”. Alla maratona tradizionale, organizzata nel rispetto dell’emergenza Covid-19, si è infatti affiancata la Relay Marathon Anywhere, gara non agonistica che ha consentito a tutte le squadre di correre in forma libera e decentrata, ovunque si trovassero, e di sostenere così la propria charity.

          A Milano sono stati 132 i professionisti che hanno partecipato alla Élite Marathon, mentre 750 runner hanno corso la 10km competitiva. Alla corsa in modalità Anywhere hanno invece aderito 1.320 squadre e 3.250 persone a titolo individuale, per un totale di 9.412 runner. Tra loro, 465 persone hanno corso per The Human Safety Net, l’iniziativa di Generali per le comunità, e un totale di € 27.697 è stato raccolto, ad oggi, per la Fondazione. Fino al 16 giugno è ancora possibile contribuire con una donazione, maggiori informazioni sono disponibili al seguente link: https://www.retedeldono.it/it/the-human-safety-net-for-families.

          Alla Generali Milano Marathon non sono poi mancate le migliori prestazioni mondiali dell'anno: con 2:02:57, il keniano Titus Ekiru ha vinto e superato il tempo di 2:04:46 da lui stesso ottenuto nel 2019 proprio a Milano. Tra le donne è l'etiope Gebremaryam Gebrekidan che, con 2:19:35, riesce a battere il 2:20:08 realizzato quest'anno ad Ampugnano (Siena) dalla keniana Angela Tanui. Tra gli italiani, il miglior piazzamento è di Anna Incerti (Fiamme Azzurre), diciassettesima nella gara femminile con 2:31:17.

          Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla Maratona, ognuno con il proprio passo, ma tutti insieme verso lo stesso traguardo, promuovendo sport, benessere e solidarietà, sostenendo i progetti di The Human Safety Net per i più vulnerabili.

          È questo lo spirito che ci fa essere presenti in tanti eventi sportivi: stare al fianco delle persone per aiutarle a migliorare il proprio benessere fisico ed emotivo, e costruire una rete di solidarietà per un futuro migliore.