Generali Group

          dove siamo

                                 

          11 aprile 2022 - 18:40

          Generali svela le Procuratie Vecchie: ecco la nuova casa di The Human Safety Net a Venezia

          L’8 aprile il celebre edificio di Piazza San Marco, restaurato dall’archistar David Chipperfield, ha spalancato per la prima volta in 500 anni le porte al pubblico. Dal saluto dell’alzaremi agli arazzi esposti sulla facciata: tutti gli eventi della cerimonia di apertura

          Un giorno storico per Generali e la città di Venezia. Venerdì 8 aprile, dopo un complesso intervento di recupero realizzato da David Chipperfield Architechts Milan, le Procuratie Vecchie hanno riaperto le proprie porte al pubblico per la prima volta in 500 anni per ospitare le attività della Compagnia e della sua Fondazione The Human Safety Net, che ha l’obiettivo di liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità affinché possano migliorare le condizioni di vita delle loro famiglie e comunità.

          Oltre agli uffici della Fondazione, il terzo piano (la cui direzione artistica è a cura di Davide Rampello & Partners Creative Studio) ospita l’esposizione "A World of Potential", curata da Orna Cohen di Dialogue Social Enterprise. L’esperienza è arricchita dalla presenza dell’Atelier dell’Errore, che all’interno dell’Art Studio presenta la mostra ‘Chutzpah’, mentre le nuove scale ospitano un'installazione dello scultore italiano Edoardo Tresoldi.

          In occasione dell’inaugurazione, lo studio di architettura Migliore+Servetto ha esposto, a partire dall’8 aprile e per i successivi sette giorni, 100 arazzi al primo e secondo piano della facciata delle Procuratie su Piazza San Marco, secondo la tradizione di Generali di esibire drappi e arazzi sulle facciate dello storico edificio per gli avvenimenti più importanti. Un’ulteriore installazione di 22 arazzi con i loghi di The Human Safety Net si trova invece all’interno dell’edificio, in Corte Maruzzi. Tutti i tessuti sono stati realizzati con fibre tecniche e riciclabili.

          La cerimonia di apertura delle Procuratie Vecchie si è aperta nel bacino di San Marco con il saluto dell’alzaremi da parte di una flottiglia di imbarcazioni tradizionali del circolo nautico di Generali, un omaggio che consiste nel disporre i remi in verticale, appoggiandoli sul fondo della barca e alzandoli a specifico comando. Di ritorno verso le Procuratie per il taglio del nastro, gli ospiti hanno attraversato il ponte levatoio che collega i Giardini Reali a Piazza San Marco, dove sono stati accolti da un cantante lirico.

          L’attenzione si è poi spostata proprio nelle Procuratie: introdotti da Simone Bemporad, Generali Group Communications & Public Affairs Director, si sono susseguiti gli interventi di Gabriele Galateri di Genola, Presidente di Assicurazioni Generali, di Philippe Donnet, Group CEO di Generali, e dell’architetto David Chipperfield. Hanno partecipato anche il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. In collegamento, hanno portato i propri saluti la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, riferiti dal Commissario europeo per gli affari economici, Paolo Gentiloni, e il Commissario europeo per il lavoro e i diritti sociali, Nicolas Schmit.

          È stata anche ufficializzata la partnership fra Generali e il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), presentata da Emma Ursich, Segretario Generale di The Human Safety Net, e Achim Steiner, Amministratore dell’UNDP. Nell’ambito dell’accordo, Generali si impegna a fornire risorse tecniche e finanziarie alla Insurance and Risk Finance Facility (IRFF) dell’UNDP, la piattaforma per lo sviluppo e la diffusione di soluzioni assicurative e di finanziamento del rischio per lo sviluppo, parte del Sustainable Finance Hub dell’UNDP.

          Maggiori dettagli sono disponibili nel comunicato stampa e nell’allegato Press Pack, oltre che sul sito https://thehomevenice.com/it/.