Generali Group

                                 

          08 marzo 2021 - 11:30

          Be Bold For Inclusion 2021

          Sfidare noi stessi, le nostre convinzioni e i nostri comportamenti per re-immaginare il nostro modo di lavorare e assicurare equità, innovazione e benessere

          Torna #BeBoldForInclusion, la nostra campagna giunta alla quarta edizione, che anche quest’anno celebriamo insieme ai nostri oltre 50 CEO e senior leader in tutto il mondo, confermando l’impegno sulla strada della Diversity & Inclusion.

          #BeBoldForInclusion è un’importante occasione per coinvolgere le nostre persone nel dialogo sulla D&I, scambiare opinioni e discutere i modi migliori per promuoverla all’interno della Compagnia. In occasione della Giornata internazionale della donna, tutte le società e business unit del Gruppo hanno organizzato varie iniziative per discutere e condividere che cosa significa #BeBoldForInclusion, oltre ai passi avanti che abbiamo fatto finora.

          Nel corso del nostro viaggio per diventare un luogo di lavoro ancora più inclusivo abbiamo sviluppato una strategia chiara, supportata da una governance D&I strutturata, e un Group D&I Index che misura i nostri progressi con riferimento alle priorità del Gruppo: genere, generazioni, cultura e inclusione. Inoltre, sono state sviluppate oltre 200 iniziative locali per cogliere l’opportunità di crescere e prosperare insieme, re-immaginando il nostro modo di lavorare e stabilendo principi comuni che mettano al centro le persone.

           

          Oggi Jean Laurent Granier, Country Manager France & Europ Assistance e nuovo Sponsor D&I del Gruppo, condivide i propri sogni sulla Diversity & Inclusion per il 2021 con Monica Possa, Group Chief HR & Organization Officer, per chiedere più ambizione e coraggio per permettere al Gruppo di realizzare questa priorità strategica.

           


          Granier: Credo che il nostro motto “sono le differenze a fare la differenza” rappresenti veramente il mondo Generali.

          Ma questa diversità sarà la nostra forza solo se saremo bravi a sfruttarla e a riconoscere che essa porta maggiore innovazione, migliori performance, maggiore coinvolgimento dei dipendenti.

          Vorrei dire che il nostro viaggio per la Diversity and Inclusion sta andando nella direzione giusta e ringrazio i membri del Group D&I Council per il grande lavoro svolto negli ultimi 4 anni con l’importante supporto del team HR.
           


          Possa: La responsabilità e l’impegno dei leader in azienda sono fattori chiave per il successo dell’implementazione della nostra strategia D&I. Per citare solo alcuni esempi, abbiamo attivato programmi per supportare le nostre donne, per identificare e sviluppare i nostri giovani talenti, per cambiare la nostra visione e i nostri comportamenti sulla Disabilità, per aggiornare e riqualificare le nostre persone, e per promuovere l’inclusione in generale.

          Oggi sono veramente felice di darti il benvenuto come nostro nuovo Group D&I Sponsor in occasione della nostra campagna BeBoldForInclusion, che ha raggiunto il suo quarto anno con l’adesione di più di 50 dei nostri CEO!
           


          Granier: Ho un semplice sogno per il 2021: cerchiamo di essere più ambiziosi! La D&I è strategicamente importante per il Gruppo e per questo dobbiamo tenerla in cima alle nostre agende, con le nostre 4 priorità: genere, generazioni, culture, inclusione e dobbiamo fissare degli obiettivi ancora più importanti per il 2022-25.

          L’equilibrio di genere, per esempio: è ancora più importante con tutte le conseguenze della crisi. Ricerche dicono che 1 donna su 4 sta ora valutando di ridimensionare le opportunità di carriera o di abbandonare il mercato del lavoro. Questo è inaccettabile! Dobbiamo agire, dobbiamo risolvere questi nodi per essere sicuri di garantire loro un più alto livello di ambizione. 
           


          Possa: Questo è cruciale, non potrei essere più d’accordo. Il nostro Group Management Committee prende molto seriamente le ambizioni di Diversity & Inclusion. I nostri membri del GMC sponsorizzano personalmente molte iniziative. Per esempio, il Lioness Acceleration Program, dove ogni donna partecipante al programma è stata seguita direttamente da un membro del GMC.
           


          Granier: Lasciami aggiungere che, per me, essere più ambiziosi significa essere più CORAGGIOSI.

          Coraggio significa essere abbastanza umili da accettare di essere sfidati nei nostri pregiudizi, nei nostri comportamenti, nelle nostre supposizioni -nessuno di noi è perfetto. E abbiamo bisogno di questa sfida dai nostri pari, dai nostri colleghi, per identificare i nostri punti ciechi.
           


          Possa: Dobbiamo spingere per la diversità che vogliamo, e il prossimo ambizioso passo è quello di lavorare sodo per creare un ambiente di lavoro veramente inclusivo che rispecchi la diversità che vogliamo. Insieme abbiamo l’opportunità di reimmaginare il nostro modo di lavorare e di stabilire principi comuni che promuovano la cultura della Diversity and Inclusion, mettendo i dipendenti al centro di questa riprogettazione. Sosterremo questa nuova cultura anche con uno specifico programma globale, in particolare sulle competenze manageriali necessarie e sul performance management.

          Sta a noi creare un futuro più sostenibile e il momento è adesso.
           


          Granier: Permettimi di concludere dicendo che per me essere audaci per l’inclusione significa essere più ambiziosi e più coraggiosi. Che non consideriamo la D&I un’altra casella da spuntare, ma piuttosto una delle maggiori opportunità che abbiamo all’interno del Gruppo per crescere e progredire.

          Lavorare con team eterogenei e avere un approccio verbale veramente inclusivo, aumenta realmente la ricchezza umana, la capacità di innovare, la creatività e il piacere di lavorare insieme come una squadra.