Generali Group

          dove siamo

                                 

          Al via la seconda edizione di SME EnterPRIZE Generali anticipa i principali risultati del sondaggio condotto su 1.000 PMI

          • Il sondaggio, condotto dall'Università Bocconi, mostra che le PMI dotate di un piano d'azione ESG sono in aumento, mentre quelle che non adottano alcun piano sono raddoppiate
          • Le difficoltà nell’accesso alla finanza sostenibile e agli incentivi pubblici rivolti alle PMI nonché la mancanza di domanda di prodotti e servizi sostenibili sono tra gli ostacoli che le PMI europee si trovano ad affrontare
          • Generali approfondirà questi temi il 26 ottobre, nella seconda edizione di SME EnterPRIZE, in occasione della quale renderà noti tutti i risultati del sondaggio Bocconi contenuti in un apposito Libro Bianco e annuncerà le PMI "Sustainability Heroes" del 2022

          Milano – Generali anticipa oggi i principali risultati di un sondaggio condotto su oltre 1.000 piccole e medie imprese europee. I risultati completi del sondaggio saranno resi noti il prossimo ottobre, in occasione della seconda edizione di SME EnterPRIZE tramite un apposito Libro Bianco realizzato dall'Università Bocconi. SME EnterPRIZE è il progetto di punta di Generali per promuovere una cultura della sostenibilità tra le PMI europee. Ha lo scopo di ispirare le PMI a sviluppare modelli di business sostenibili e stimolare il dibattito pubblico sul tema premiando al contempo gli imprenditori che possono diventare fonti di ispirazione e modelli da seguire.

          Il sondaggio ha rilevato che circa il 25% dei titolari e manager di PMI dichiara di avere adottato un piano volto a migliorare il proprio business per renderlo più responsabile dal punto di vista ambientale e sociale. Due anni fa il dato era di appena il 14%. Tuttavia, oltre il 40% degli intervistati afferma di non avere adottato alcun piano di sostenibilità, evidenziando un aumento rispetto al 20% di due anni fa, nonostante i risultati del sondaggio indichino che dotarsi di una strategia di business ambientale e sociale migliora la soddisfazione del cliente e la reputazione, aumenta l'efficienza e la quota di mercato. Le PMI chiedono di essere agevolate nella transizione verso la sostenibilità tramite l'accesso alla finanza sostenibile, incentivi pubblici per le PMI e una maggiore promozione volta a incrementare la domanda di prodotti e servizi sostenibili.


          Philippe Donnet, Group CEO di Generali, ha affermato: “Il nostro sondaggio mostra che l’adozione di buone pratiche ambientali e sociali offre notevoli opportunità da un punto di vista di business. I settori assicurativo e finanziario possono contribuire migliorando l'accesso al finanziamento di iniziative legate alla sostenibilità, e questo costituisce anche un'opportunità di ulteriore coesione per l'Europa. Le piccole e medie imprese del Continente sono fondamentali per una ripresa sostenibile, e il prossimo ottobre saremo lieti di premiare quelle che più si sono distinte per avere adottato modelli di business sostenibili. Queste rappresenteranno un esempio da seguire per l'intera Europa".

          Il lancio dell'edizione di quest'anno segna l'avvio di un processo che selezionerà PMI nei nove Paesi partecipanti al programma: Austria, Croazia, Francia, Germania, Italia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna e Ungheria. Un panel di giudici indipendenti riuniti in un Comitato Scientifico di alto livello selezionerà quindi i "Sustainability Heroes" che verranno proclamati nel corso di una cerimonia che si terrà a Bruxelles il 26 ottobre. I "Sustainability Heroes" sono imprenditori che hanno implementato iniziative di sostenibilità di particolare rilievo nelle loro attività di business, che possono essere fonte di ispirazione per i loro colleghi imprenditori e diventare ambasciatori della sostenibilità. L'iniziativa dà visibilità alle migliori pratiche messe in atto in tre categorie: Welfare, Ambiente e Comunità.

          Tra i "Sustainability Heroes" dell'edizione di SME EnterPRIZE dello scorso anno, selezionati fra oltre 6.000 PMI, figurano un produttore ungherese di olio vegetale che ha adottato una politica innovativa volta ad azzerare gli sprechi, un eco-hotel in Austria a basse emissioni di carbonio, un'azienda agricola biologica italiana che ha attuato iniziative straordinarie per il welfare dei dipendenti e un'impresa spagnola attiva nel settore tessile che fornisce sostegno ai giovani a rischio di esclusione sociale.

          Generali presenterà inoltre il Libro Bianco dell'Università Bocconi che analizza i progressi compiuti dalle PMI europee nella creazione di business sostenibili, gli ostacoli affrontati e il possibile contributo della politica e della finanza.

          Maggiori informazioni e approfondimenti sono disponibili sul sito https://it.sme-enterprize.com/.

          Download

          Al via la seconda edizione di SME EnterPRIZE Generali anticipa i principali risultati del sondaggio condotto su 1.000 PMI 185 kb