Generali Group

          dove siamo

                                   

          Aggiornati via WhatsApp con un “ciao”

          L’ultimo aggiornamento dell’Organizzazione mondiale della sanità sul Covid-19 dice che i casi confermati di contagio sono 334,981 e 14,652 i decessi confermati mentre l’infezione si è ormai espansa in 190 Paesi o territori: tre nuovi Paesi / territori / aree della regione africana, la regione delle Americhe e la regione del Mediterraneo orientale hanno riportato nuovi casi di Covid-19.  Una delle ultime notizie – non ancora riportata negli aggiornamenti Oms - riguarda invece  il Myanmar, uno dei pochi Paesi asiatici (con Corea del Nord, Laos e Timor Est) ancora esenti dal virus. Nella tarda serata del 23 marzo 2020 sulla pagina Facebook dell’ambasciata italiana a Yangon (https://web.facebook.com/ItalianEmbassyYangon/) si confermava “ la notizia dei primi due casi accertati di Covid-19 in Myanmar. Pare si tratti di due persone giovani, tornate rispettivamente da Usa e Uk” – dice ancora il comunicato  che esprime al contempo - “solidarietà al popolo birmano” e invita  i  connazionali ancora numerosi nel Paese  ad inviare con urgenza  dati e recapiti aggiornati.  In queste ore infine due casi di infezione sono stati confermati a Vientiane, capitale del Laos, dal vice ministro della sanità Phouthone Meuangpak in una conferenza stampa. Ne dà notizia l’agenzia di stampa governativa Kpl-Lao News Agency (http://kpl.gov.la/En/Detail.aspx?id=51237).

          Le pagine Facebook delle ambasciate sono in molti casi uno strumento utile per essere aggiornati sulla situazione nel Paese (per residenti, turisti, viaggi d’affari) perché mirate a una singola comunità e dunque in grado di aggiornare sui voli, le strutture sanitarie, le scadenze dei visti. Ma per rimanere comunque correttamente aggiornati in tempo reale e con notizie verificate, il sito dell’Oms offre un servizio molto interessante che può essere utilizzato via WhatsApp con risposte rapidissime e interrogando la funzione su singoli dati di interesse, dalla diffusione del virus ai sistemi di prevenzione.

          Per attivarlo è sufficiente andare sul sito   Oms (https://www.who.int/news-room/feature-stories/detail/who-health-alert-brings-covid-19-facts-to-billions-via-whatsapp) – ma si può ricevere il numero dedicato anche da un amico – dove si trovano tutte le indicazioni. Il servizio – che è stato lanciato il 20 marzo scorso – è una partnership con  WhatsApp e Facebook che ha, secondo l’Oms,  il potenziale per raggiungere 2 miliardi di persone che possono accedervi tranquillamente dal proprio cellulare. “Dai leader di governo agli operatori sanitari, alla famiglia e agli amici – sostiene  l’Oms - questo servizio di messaggistica fornisce le ultime notizie e le informazioni sul coronavirus, inclusi dettagli sui sintomi e su come le persone possono proteggere se stesse e gli altri”. Ma il servizio vuole andare oltre la comunità di cittadini del pianeta: “Fornisce gli ultimi rapporti e i numeri sulla situazione in tempo reale per aiutare i responsabili delle decisioni governative – sostiene l’Agenzia dell’Onu – al fine di proteggere la salute delle loro popolazioni”.

          Si può accedere al servizio OMS Health Alert - sviluppato in collaborazione con Praekelt.Org, utilizzando la tecnologia di machine learning Turn – attraverso un collegamento che apre una conversazione su WhatsApp. Lo si può fare da pc o da telefono. Cliccando l’icona sul sito o inviando un qualsiasi messaggio al numero +41 22 5017655 su WhatsApp. Gli utenti possono semplicemente digitare "ciao" o qualsiasi altra parola in qualsiasi lingua per attivare la conversazione per poi ricevere un menu di opzioni da interrogare con diverse  domande sul Covid-19. E’ inoltre possibile ricevere anche la classica newsletter sulla pagina dedicata alla messaggistica tradizionale via mail.  (https://www.who.int/mediacentre/multimedia/newsletter/en/)