Generali SpA

    sedi e servizi globali
                               

    In arrivo il robot caregiver

    Con il progressivo invecchiamento della popolazione, sono in arrivo grandi innovazioni nel campo della cura della persona. Il personale addetto all’aiuto degli anziani, per esempio, non sarà più composto soltanto da infermieri e badanti “umani” ma anche da robot umanoidi, creati appositamente per prendersi cura dei senior: ricordarsi scrupolosamente le medicine, sollevarli se impossibilitati a muoversi e tenere loro compagnia con il garbo e le buone maniere insite nel loro sistema di programmazione.

    Il progetto da 2 milioni di  sterline è finanziato da Europa e Giappone, dove i primi modelli di Pepper Robot, prodotti dalla Softbank Robotics, sono già in azione in migliaia di case. “Non si tratta di sostituire il sostegno umano, ma di migliorarlo e integrarlo”, spiega Irena Papadopoulos della Middlesex University. “Dato che le persone vivono più a lungo, i sistemi sanitari sono messi sempre più sotto pressione”, continua la professoressa: “Robot intelligenti potrebbero alleviare le pressioni in ospedali e case di cura, oltre a migliorare la qualità della vita a casa e promuovere quindi l’indipendenza delle persone anziane”.