Generali Group

                                 

          30 aprile 2021 - 11:00

          Assemblea degli Azionisti 2021

          L’assemblea annuale dei soci di Generali, svolta con i soci collegati in modalità elettronica, ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno

          Si è svolta ieri a Trieste, sotto la presidenza di Gabriele Galateri di Genola, l’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Assicurazioni Generali.

          Nell’anno in cui ricorre il 190° anniversario delle Assicurazioni Generali, come da tradizione l’Assemblea degli Azionisti si è tenuta a Trieste, città dove la Compagnia è stata fondata nel 1831. L’evento si è svolto in collegamento streaming video dallo storico Palazzo Berlam, che ospita il nuovo Archivio Storico di Generali, a due passi da Palazzo Carciotti, dove venne firmato l’atto costitutivo della Società.

          “È anche la seconda Assemblea che svolgiamo coinvolgendo i nostri azionisti in modalità digitale. Nonostante l’aspetto umano ne risulti certamente sacrificato, strumenti come questo ci hanno permesso di mantenere vivo il rapporto con tutti i nostri stakeholder durante la pandemia, mantenendo la piena operatività nel rispetto delle esigenze del distanziamento sociale, per la tutela della salute e della sicurezza di tutti”, ha introdotto il Presidente Galateri, prima di passare la parola al Group CEO e al Group CFO. “Arriviamo quindi al senso più profondo che dà forma alla nostra missione - che ci permette, da 190 anni, di trovare le soluzioni migliori per essere Partner di Vita dei nostri clienti”.

          “Generali affronta l’attuale contesto senza precedenti da una posizione di forza e di grande solidità”, ha affermato il Group CEO Philippe Donnet. “I risultati ottenuti lo scorso anno, che abbiamo presentato a metà marzo, ne rappresentano una ulteriore conferma e testimoniano la grande validità e resilienza del nostro modello di business. Nel 2020 abbiamo infatti raggiunto un risultato operativo record per il secondo anno consecutivo, e da record è stata anche la generazione di capitale”, ha continuato Donnet. “Tutto questo ci permette oggi di sottoporre alla vostra approvazione un dividendo di 1,47 euro per azione, che sarà suddiviso in due tranche”.

          “Anche in un contesto senza precedenti determinato dalla pandemia”, ha confermato il Group CFO Cristiano Borean, “nel 2020 Generali ha confermato la crescita profittevole, l’eccellente solidità patrimoniale e un ammontare complessivo di dividendi e rimesse di cassa in linea con i target che ci permettono di confermare il pieno impegno nel raggiungimento dei target finanziari di ‘Generali 2021’”. Concludendo, il Group CFO ha desiderato mandare un messaggio di ringraziamento a “tutti i nostri dipendenti, la rete commerciale, i collaboratori per la resilienza, l’impegno e la dedizione dimostrati nel 2020. In questo particolare momento, esprimo la mia personale gratitudine a tutti loro e alle loro famiglie che sono la vera forza del nostro Leone”.

          L’Assemblea ha quindi approvato il Bilancio dell’Esercizio 2020, stabilendo di assegnare agli azionisti un dividendo per azione pari a € 1,47, diviso in due tranche rispettivamente pari a € 1,01 e € 0,46. L’Assemblea ha inoltre approvato la Relazione sulla politica in materia di remunerazione ed espresso un voto consultivo favorevole sulla Relazione sui compensi corrisposti.

          Ha poi approvato il Long Term Incentive Plan di Gruppo (LTIP) 2021-2023, il piano azionario collegato al mandato dell’Amministratore Delegato/Group CEO, e approvato la modifica di alcuni articoli dello Statuto Sociale.

          Per maggiori approfondimenti si rimanda al comunicato stampa.


           

          Scopri Palazzo Berlam, sede del nuovo Archivio Storico di Generali