Generali Group

                                 

          Conciliazione lavoro/famiglia

          Al fine di tutelare e conciliare gli impegni di lavoro con le esigenze familiari il nostro personale può usufruire di diverse iniziative volte a garantire maggiore flessibilità come ad esempio orari di lavoro flessibili, part-time, banca delle ore, asili nido aziendali per i propri figli ecc.

          Crediamo in un modello organizzativo chiaro e semplice che promuova anche nuovi modi di lavorare più agili facilitando velocità, collaborazione, responsabilizzazione e innovazione. Con questo obbiettivo, già nel 2019 il 62% delle entità organizzative del Gruppo sostenevano fortemente lo smart working attraverso policy dedicate. Ciò ha permesso di testare con maggiore intensità questa nuova modalità di del lavoro, che da febbraio 2020 è stata rapidamente adottata dall’intera organizzazione per far fronte al contesto pandemico, confermando inoltre l’ambizione di Generali di continuare ad investire nello smart working e in un’organizzazione del lavoro che in futuro sarà sempre più strategica.

          Abbiamo fatto ricorso a questa modalità di lavoro anche per salvaguardare la salute e la sicurezza delle nostre persone durante il contesto emergenziale legato alla pandemia del Covid-19, estendendo temporaneamente in modo straordinario - anche in mancanza di una policy dedicata - il lavoro da remoto ad oltre il 90% dei dipendenti amministrativi.

          Conciliazione lavoro/famiglia

          *Sono le entità organizzative dove, in base alle disposizioni e/o regolamentazioni locali, è possibile lavorare in modalità smart working mediante l’applicazione di una policy dedicata. L’indicatore si riferisce anche a entità organizzative non incluse nel perimetro di consolidamento.

           

          Al nostro personale, con differenze da Paese a Paese, riconosciamo i benefici previsti dalle leggi, dai contratti collettivi nazionali e dai contratti integrativi aziendali quali ad esempio assenze retribuite per:

          • Matrimonio
          • Decesso di un familiare
          • Gravidanza
          • Allattamento per le neomamme
          • Congedo di maternità/paternità
          • Malattie dei figli
          • Visite mediche e analisi cliniche
          • Studio e giorno dell’esame
          • Assistenza a familiari disabili
          • Donazione di sangue
          • Ecc.

          Compatibilmente con le esigenze organizzative aziendali, per modulare ulteriormente la flessibilità, riconosciamo anche permessi retribuiti e/o permessi con recupero e in caso di giustificati motivi personali o familiari, riconosciamo periodi di aspettativa (assenza non retribuita) della durata massima di 12 mesi con differenze da Paese a Paese.

          In alcuni Paesi veniamo premiati, per la nostra politica di gestione delle persone: in Austria abbiamo ottenuto dal ministero per la famiglia il Certificato Family Friendly (Beruf und Familie 2018), in Spagna il Certificato Fundacion Masfamilia (EFR Certificate) e in Slovenia il Family Friendly Company.

          Nel 2017, si è giunti, tra l’altro, alla firma di una dichiarazione congiunta con il Comitato Aziendale Europeo del Gruppo avente l’obiettivo di promuovere il telelavoro.

          DOWNLOAD

          Le Generali promuovono il Telelavoro (Dichiarazione congiunta con EWC) 491 kb