Generali SpA

    sedi e servizi globali
                               

    Assemblea degli Azionisti approva bilancio 2016 e nomina il Collegio Sindacale

    Trieste - L’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Assicurazioni Generali S.p.A. si è riunita oggi sotto la presidenza di Gabriele Galateri di Genola.

    L’Assemblea ha approvato il bilancio dell’esercizio 2016, chiuso con un utile netto di € 2.081 milioni, stabilendo di assegnare agli azionisti un dividendo unitario di € 0,80 per ciascuna azione che verrà posto in pagamento a partire dal 24 maggio 2017, contro stacco della cedola n. 26: la data di legittimazione a percepire il dividendo sarà il 23 maggio 2017. Le azioni saranno negoziate prive del diritto al dividendo a partire dal 22 maggio 2017, giorno di stacco della cedola.

    E’ stato nominato il Collegio Sindacale per il triennio 2017-2019. Sono stati eletti Sindaci effettivi: Carolyn Dittmeier (Presidente), quale primo candidato della lista presentata da Assogestioni risultata seconda per numero di voti (lista di minoranza), Lorenzo Pozza e Antonia Di Bella, rispettivamente primo e secondo candidato della lista presentata da Mediobanca, risultata prima per numero di voti (lista di maggioranza). Sono stati eletti Sindaci supplenti i Signori: Francesco Di Carlo (primo candidato della lista di maggioranza) e Silvia Olivotto (primo candidato della lista di minoranza). I componenti del Collegio Sindacale hanno dichiarato di essere in possesso dei requisiti di professionalità, onorabilità e indipendenza. L’Assemblea ha altresì deliberato di determinare in € 100 mila lordi annui il compenso spettante ai Sindaci effettivi, con una maggiorazione del 50% per il Presidente del Collegio Sindacale. Le liste di provenienza e le informazioni relative ai curriculum vitae dei componenti del Collegio Sindacale sono reperibili sul sito internet della Compagnia (www.generali.com).

    L’Assemblea ha approvato la politica in materia di remunerazione e il Long Term Incentive Plan di Gruppo (LTIP) 2017, che prevede l’assegnazione di un numero massimo di 12,5 milioni di azioni. In questa prospettiva l’Assemblea ha autorizzato l’acquisto ed il compimento di atti di disposizione di azioni proprie a servizio di piani di incentivazione per massime 12,5 milioni di azioni: l’autorizzazione all’acquisto opera per 12 mesi dalla data della deliberazione assembleare mentre l’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie non prevede limiti temporali. Contestualmente è stata deliberata la revoca all’autorizzazione conferita dall’Assemblea al Consiglio lo scorso anno. Il prezzo minimo di acquisto delle azioni non potrà essere inferiore al valore nominale del titolo, pari ad € 1, mentre quello massimo non potrà essere superiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto. Le operazioni di acquisto di azioni proprie saranno effettuate, ai sensi dell'articolo 144-bis, comma 1, lettera b) e c) del Regolamento Emittenti, secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli Azionisti. Inoltre, è stata conferita delega al Consiglio di Amministrazione di aumentare, in via gratuita e scindibile, al servizio dell’LTIP 2017, il capitale sociale per massimi € 12,5 milioni, per un periodo di 5 anni dalla data dell’Assemblea.

    Inoltre è stato approvato lo speciale piano azionario per l’Amministratore Delegato/Group CEO, che prevede l’assegnazione di massime 250 mila azioni. In questa prospettiva l’Assemblea ha autorizzato l’acquisto ed il compimento di atti di disposizione di azioni proprie a servizio dello speciale piano azionario per l’Amministratore Delegato/Group CEO per massime 250 mila azioni: l’ autorizzazione all’acquisto opera per 12 mesi dalla data della deliberazione assembleare mentre l’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie non prevede limiti temporali. Il prezzo minimo di acquisto delle azioni non potrà essere inferiore al valore nominale del titolo, pari ad € 1, mentre quello massimo non potrà essere superiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto. Le operazioni di acquisto di azioni proprie saranno effettuate, ai sensi dell'articolo 144-bis, comma 1, lettera b) e c) del Regolamento Emittenti, secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti. Inoltre, è stata conferita delega al Consiglio di Amministrazione di aumentare, in via gratuita e scindibile, al servizio dello speciale piano azionario per l’Amministratore Delegato/Group CEO, il capitale sociale fino ad un massimo di € 250 mila, per un periodo di 5 anni dalla data dell’Assemblea.

    Infine, sono state approvate le modifiche agli artt. 7.2 (Conservazione dei libri sociali), 9.1 (Aggiornamento degli elementi del patrimonio netto delle Gestioni Vita e Danni), 28.2 (Disciplina degli effetti della perdita del requisito di indipendenza dei Consiglieri) e 32.2, lett. e) (Approvazione delle relazioni trimestrali) dello Statuto Sociale.

    Download

    Assemblea degli Azionisti approva bilancio 2016 e nomina il Collegio Sindacale 118 kb