Generali Group

                                 

          Active ownership: impegno e attività di voto

          Con l’obiettivo più ampio di indirizzare il ruolo del Gruppo come active owner, abbiamo definito un completo Group Active Ownership Framework, regolato da una Guideline di Gruppo.

          L’Active Ownership Group Guideline – Asset Owner definisce i principi, le attività principali e le responsabilità che guidano il ruolo del Gruppo come active owner. In questo ruolo il Gruppo, in qualità di investitore istituzionale liability-driven a lungo termine e asset owner, ha un dovere fiduciario nei confronti dei propri stakeholder e agisce pertanto (i) monitorando gli emittenti in cui investe, (ii) coinvolgendoli su temi finanziari e non finanziari incluse le questioni ESG, (iii) votando alle assemblee generali e (iv) esercitando gli altri diritti inerenti ai valori mobiliari (inclusi i diritti di azione) per la diffusione delle best practice in termini di governance, etica professionale, coesione sociale, protezione ambientale, digitalizzazione e risposta a situazioni eccezionali legate a rischi sistemici e di mercato.

          L’Active Ownership Group Guideline è stata redatta in conformità ai requisiti introdotti dalla Shareholder Rights Directive II in merito alla politica di impegno degli investitori istituzionali (Art. 3g della Direttiva (UE) 2017/828 che modifica la Direttiva 2007/36/EC), all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Regolamento UE 2019/2088) e tiene in considerazione le best practice dagli standard internazionali cui il Gruppo aderisce.

          Utilizziamo il dialogo e l'impegno con le società emittenti come leva effettiva per influenzare le pratiche aziendali relative alle tematiche ESG, per incoraggiare una maggiore informativa ESG o per acquisire una migliore comprensione della gestione dei rischi ESG delle aziende in cui investiamo. Il dialogo con le società in cui si investe può aver luogo ogni volta che viene identificato un disallineamento rispetto alla Responsible Investment Group Guideline. Queste azioni possono essere svolte individualmente o congiuntamente con altri azionisti. A tal fine, il Gruppo si avvale del network messo a disposizione dalle iniziative di cui è membro attivo (principalmente, la Net-Zero Asset Owner Alliance formata dalle Nazioni Unite e, attraverso il PRI, l'iniziativa Climate Action 100+). Complessivamente, l'attività di impegno è svolta sulla base di un elenco di priorità, approvato e aggiornato a livello di Gruppo da un apposito Comitato di Engagement.

          Nel più ampio Group Active Ownership Framework, l'integrazione degli aspetti ESG è disciplinata anche nei principi di voto di Gruppo. Nei principi di voto di Gruppo viene definita la posizione del Gruppo in merito ad un equo trattamento dei diritti degli azionisti, ai meccanismi anti-takeover, alla sostenibilità nella composizione del board (in termini di diversity, indipendenza, etnia, nazionalità ecc.), alla trasparenza e alla qualità della comunicazione finanziaria, oltre all’inclusione di variabili ESG per la remunerazione dei manager. Con specifico riguardo alla mitigazione dei cambiamenti climatici, esercitiamo i diritti di voto per sostenere e impegnarci in azioni aziendali e di settore, nonché politiche pubbliche, volte a definire gli obiettivi di decarbonizzazione e attuare i relativi piani in linea con la scienza e tenendo in considerazione gli impatti sociali associati. Inoltre, in qualità di investitore responsabile, il Gruppo ha adottato dei principi di voto per rispondere ai potenziali rischi sistemici e di mercato supportando così una ripresa sostenibile a lungo termine delle società partecipate. Siamo favorevoli a sostenere, nelle assemblee a cui partecipiamo, proposte finalizzate alla diffusione delle best practice in materia di governance, etica d'impresa, coesione sociale e tutela dell'ambiente.

          Nel 2020 il Gruppo ha partecipato a 1.487 Assemblee (di cui 1.052 relative a investimenti diretti delle compagnie assicurative del Gruppo), con 19.731 risoluzioni votate e il 12% di pareri negativi espressi, confermando la volontà del Gruppo di supportare le migliori pratiche di sostenibilità.

          DOWNLOAD

          Group Active Ownership Report 2019 6 mb