Generali SpA

Benvenuti nel Gruppo Generali
Seleziona il tuo paese

Dove siamo
                           

Il nostro impegno per l'ambiente e il clima

Vogliamo avere un ruolo attivo per supportare la transizione verso un’economia e una società più sostenibili. Continueremo a monitorare e ridurre i nostri impatti diretti e a favorire la limitazione del riscaldamento globale sotto i 2°C attraverso i nostri prodotti, servizi e investimenti, dialogando e collaborando con Governi e associazioni, coerentemente con quanto dichiarato nella nostra Politica di Gruppo per l’Ambiente e il Clima.

Da anni ormai gestiamo costantemente e con modalità strutturate i nostri impatti ambientali, un impegno che abbiamo ribadito in occasione della ventunesima Conferenza delle Parti (COP21) delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi a Parigi a dicembre 2015.

Sentiamo di dover agire su più fronti: sebbene l’attività assicurativa non abbia grandi impatti sull’ambiente, la dimensione del Gruppo è tale da consentire una significativa riduzione degli impatti diretti, gestendo le attività rilevanti in maniera ottimale. Inoltre, con misure opportune possiamo indurre nelle nostre sfere di influenza, in particolare in quelle dei clienti, dei fornitori e delle società in cui investiamo, l’adozione di comportamenti ecosostenibili, al fine di ridurre gli impatti indiretti delle nostre attività.

Performance e obiettivi ambientali del Gruppo Generali

Leggi l’infografica sulle performance e gli obiettivi del Gruppo Generali

L'impegno pubblico di Generali

Possiamo dare un contributo educativo e d’informazione, aiutando le persone e i Governi a comprendere meglio i rischi del cambiamento climatico, rendendoli consapevoli e cercando di fornire un supporto sia per la loro mitigazione che per le azioni di adattamento. Crediamo nell’importanza dell’innovazione in questo ambito e siamo impegnati nell’investimento per la ricerca. Partecipiamo a numerose iniziative e a gruppi di lavoro su temi ambientali associati al cambiamento climatico.

Nel 2016, abbiamo preso parte al progetto Italian National Dialogue on Sustainable Development, promosso da UNEP e dal Ministero dell’Ambiente italiano, per la redazione di un paper sulle iniziative di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici attraverso attività assicurative e di investimento.

Inoltre, aderiamo al progetto di ricerca e divulgazione dal titolo Disclosure, Measurement, Management and Mitigation of Climate Change Risk for Companies, promosso da Fondazione Eni Enrico Mattei, che si propone di stimolare un dibattito pubblico, scientificamente fondato, sui rischi associati al cambiamento climatico per le imprese italiane.

​Abbiamo sottoscritto alcune delle principali iniziative commerciali:

  • Paris Pledge for Action (2015), un’iniziativa che rappresenta un’opportunità per il settore privato di impegnarsi nell’attuazione dell’accordo di Parigi COP21.
  • Climate Risk Statement di The Geneva Association (2014), il documento con cui le società leader del settore assicurativo e riassicurativo si assumono una serie di impegni comuni circa le misure da adottare per affrontare e mitigare i cambiamenti climatici.
  • Programma Climate Change di CDP (dal 2010), è il principale database internazionale che riporta i dati delle società partecipanti sulle emissioni annuali di GHG, ed il loro approccio a rischi e opportunità del climate change. Costituisce il principale riferimento per gli investitori che vogliono considerare questa tematica.
  • l’European Financial Services (EFR) Statement (2015), a sostegno di una forte volontà dei membri di aumentare l’attenzione verso una riduzione dei rischi legati alle emissioni di CO2 e di accompagnare i consumatori verso un futuro a ridotte emissioni e vagliare come il settore finanziario può supportare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.