Generali SpA

Benvenuti nel Gruppo Generali
Seleziona il tuo paese

Dove siamo
                           

Assemblea degli Azionisti 2011

Assemblea approva il bilancio 2010, dividendo € 0,45 per azione (+28,6% rispetto al 2009)

Atteso primo trimestre 2011 con risultati operativi e utili in crescita

Trieste - L’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Assicurazioni Generali S.p.A. si è riunita oggi sotto la presidenza di Gabriele Galateri di Genola.

In sede ordinaria, l’Assemblea:

  • ha approvato il bilancio dell’esercizio 2010, stabilendo di assegnare agli Azionisti un dividendo unitario di Euro 0,45 (+28,6% rispetto al 2009) per ciascuna azione che verrà posto in pagamento a partire dal 26 maggio 2011, previo stacco in data 23 maggio 2011 della cedola n. 20;
  • ha deliberato, su proposta del socio Mediobanca, di rideterminare in 17 (corrispondente all’attuale numero di componenti l’organo amministrativo in carica) il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione per i residuo periodo di carica dello stesso e, quindi, sino all’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2012;
  • su proposta motivata del Collegio Sindacale, ha conferito alla società di revisione Reconta Ernst&Young S.p.A. l’incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi sociali 2012-2020, determinando per lo svolgimento delle relative attività un onorario complessivo annuo pari ad Euro 1.172.000,00;
  • ha approvato la Relazione sulla politica di remunerazione del management della Società e del Gruppo;
  • ha approvato il nuovo LTIP, ai sensi dell’art. 114-bis del TUIF, le cui caratteristiche sono state già rese note al mercato, previa interruzione del rinnovo dei cicli successivi al primo del Piano approvato con delibera assembleare in data 24 aprile 2010 e, in questo contesto, ha autorizzato per massimi 18 mesi, l’acquisto di massime 2 milioni di azioni proprie da acquistarsi sul mercato secondo le modalità dell’art. 144-bis, comma 1, lettere b) e c) del Regolamento Emittenti. Il prezzo minimo di acquisto non potrà essere inferiore al valore nominale del titolo, mentre quello massimo non potrà superare del 5% il prezzo di riferimento del titolo nella seduta borsistica precedente al giorno di compimento di ciascun acquisto. Alla data odierna, la Società e le sue controllate hanno in portafoglio 16.131.509 azioni Generali, pari all’1,036% del capitale sociale della Compagnia;
  • ha modificato il Regolamento assembleare da un lato, in adeguamento alle prescrizioni introdotte dal D.lgs. 27.1.2010 n. 27 e, dall’altro, al fine di coordinare il testo dello stesso con quello dello Statuto sociale;
  • ha nominato il Collegio Sindacale per il triennio 2011/2013 che sarà composto da: Eugenio Colucci (Presidente), quale primo candidato della lista presentata da Assogestioni risultata seconda per numero di voti (Lista di minoranza) e Gaetano Terrin e Giuseppe Alessio Vernì, rispettivamente, primo e secondo candidato della lista presentata da Mediobanca, risultata prima per numero di voti (Lista di maggioranza). Sono stati eletti Sindaci supplenti i Signori: Maurizio Dattilo (primo candidato della Lista di maggioranza) e Francesco Fallacara (primo candidato della Lista di minoranza). L’Assemblea ha altresì deliberato di determinare il compenso spettante ai Sindaci effettivi in Euro 100.000,00 lordi annui, con una maggiorazione del 50% per il Presidente del Collegio Sindacale.

Le liste di provenienza e le informazioni relative ai curriculum vitae dei nuovi membri del Collegio Sindacale sono reperibili sul sito internet della Compagnia (www.generali.com).

In sede straordinaria, l’Assemblea ha deliberato, su proposta del Consiglio di Amministrazione, alcune modifiche allo statuto sociale da ricondurre principalmente all’entrata in vigore del D.lgs. 27 gennaio 2010, n. 27.

Nel corso dell’Assemblea sono state date le prime evidenze sui conti del primo trimestre 2011 del Gruppo.

Sulla base dei dati preliminari a fine marzo, i premi complessivamente raccolti ammontano a Euro 19,1 miliardi evidenziando una flessione dell’8,3%, interamente ascrivibile al calo nel ramo vita nel comparto dei premi unici, che nei primi tre mesi del 2010 avevano evidenziato una particolare concentrazione. Si conferma invece molto buono l’andamento dei premi annui vita che crescono del 3,1%.
La raccolta nei rami danni, pari a 6,8 miliardi, evidenzia una crescita del 2,1% confermando il positivo trend che ha caratterizzato gli ultimi mesi dello scorso esercizio.
Il buon andamento della gestione porta a prevedere per il trimestre risultati in crescita rispetto al primo trimestre 2010.

INSERIRE INTERVISTE E FOTO

Download

Assemblea degli Azionisti 2011 99 kb