Generali SpA

    sedi e servizi globali
                               

    Premiato il primo bond di Generali a protezione del loss ratio RC Auto

    A Horse Capital I il riconoscimento “Non-life transaction of the year” di Trading Risk

    A Horse Capital I il riconoscimento “Non-life transaction of the year” di Trading Risk

    Horse Capital I, il primo bond per Generali a copertura del loss ratio del portafoglio Rc Auto, si è aggiudicato il premio Non-life transaction of the year di Trading Risk, una delle più autorevoli fonti di informazione del mercato Insurance Linked Securities (ILS).

    Il Trading Risk programme, presente dal 2009, è stato istituito per premiare i protagonisti delle Insurance Linked Securities. Le candidature sono state valutate da una giuria indipendente composta da autorevoli rappresentanti del settore ILS. Il premio per la Non-life transaction of the year viene assegnato alle operazioni non vita che rappresentano un’importante innovazione nel settore degli strumenti alternativi di trasferimento del rischio (Alternative Risk Transfer,) oppure che hanno gettato le basi per il consolidamento di un nuovo segmento di mercato, risultando strutturate in modo efficiente, adeguatamente valutate dagli investitori e collocate con successo.

    Horse Capital I, lanciato a dicembre 2016, è un’operazione innovativa che fornisce a Generali una copertura di Gruppo con l’obiettivo di mitigare in modo ottimale l’eventuale volatilità inattesa della loss ratio di parte del proprio portafoglio danni.

    Per la prima volta dalla crisi finanziaria, Horse Capital I ha dimostrato che gli investitori sono pronti a puntare sul mercato ILS anche per investimenti non collegati a catastrofi naturali. Per raggiungere questo risultato, la tecnologia ILS è stata adattata per trasferire agli investitori il rischio legato alla responsabilità civile auto, in modo tale da soddisfare le esigenze sia degli investitori sia dello sponsor.

    Questo permette di creare ulteriori opportunità all’interno del mercato ILS, consentendo così una rinnovata crescita del settore. In contrapposizione a una mera replica dell’offerta di riassicurazione, Horse Capital I dimostra che gli investitori ILS possono effettivamente portare innovazione nel trasferimento del rischio assicurativo. Il successo riscosso conferma che gli investitori sono disposti a supportare investimenti in ILS innovativi, ben strutturati e trasparenti. La protezione è stata infatti aumentata da un target iniziale di € 180 mln a € 255 mln, valore obiettivo massimo.

    La giuria ha sottolineato come in passato ci siano stati numerosi tentativi per presentare al mercato ILS questa tipologia di prodotti senza, però, aver riscosso lo stesso interesse di Horse Capital I. Gli esperti di Trading Risk hanno ribadito che l’operazione è dotata di una maggiore flessibilità rispetto alle tipologie tradizionali di cat bond e ha risolto il problema della trasformazione del rischio long-tail in transazioni short-tail.