Generali SpA

Benvenuti nel Gruppo Generali
Seleziona il tuo paese

Dove siamo
                           

Obiettivi & Risultati

Oggi guardiamo con fiducia a un futuro all’insegna della crescita organica, della proficua generazione di cassa e di soddisfacenti livelli di retribuzione per i nostri azionisti dopo aver chiuso, con l’approvazione del bilancio 2014, un anno di anticipo rispetto a quanto previsto, il piano di ristrutturazione e riorganizzazione del gruppo presentato a gennaio 2013.

Target finanziari e di business

La strategia presentata lo scorso maggio, per il periodo 2015-2018, prevede:

  • La generazione di una cassa netta cumulata sui quattro esercizi di oltre 7 miliardi di euro (nel 2014 è stata pari a 1,2 miliardi).
  • La distribuzione di dividendi sui quattro esercizi del piano per oltre 5 miliardi (sull’esercizio 2014 sono state distribuite cedole per 930 milioni).
  • Il mantenimento di un elevato livello di redditività. In particolare, Generali si impegna a mantenere, nel corso del piano, un livello di redditività sul capitale (Operating Return on Equity) superiore al 13%,un livello che rappresenta il benchmark di riferimento per il gruppo.
  • Il mantenimento di un adeguato livello di patrimonializzazione.
  • Il proseguimento del programma di riduzione dei costi per 250 milioni di euro l’anno. Complessivamente quindi, considerando il 2012 come punto di partenza del piano di efficienze, i risparmi ottenuti saranno pari a 1,5 miliardi di euro entro il 2018. Si tratta di 500 milioni di tagli in più rispetto a quanto preventivato in precedenza per il periodo 2012-2016 (ovvero efficienze per un miliardo).
  • L’investimento di 1,25 miliardi in tecnologia, strumenti di data analytics e piattaforme operative più flessibili.

Risultati raggiunti

Alla base della nuova strategia vi sono i traguardi raggiunti, con un anno di anticipo, rispetto al precedente piano di turnaround presentato a inizio 2013. Ecco i principali risultati ottenuti in termini di redditività e solidità patrimoniale che ci permettono di guardare con serenità e fiducia alle sfide del futuro.

L'indice di leva finanziaria al 38,5% e il tasso di copertura degli interessi al 5.3x sono indicati al netto della doppia contabilizzazione legata all'attività di prefinanziamento delle scadenze del 2015. Il miglioramento di un 1,1 p.p. dell'indice di leva rispetto al 2013 è una conseguenza della riduzione del debito di 1000 milioni di euro, di cui 500 milioni sono legati a senior bond già pre-finanziati.