Generali SpA

    sedi e servizi globali
                               

    Outlook

    In un contesto macroeconomico e finanziario caratterizzato da bassi tassi di interesse, da un’elevata incertezza sui mercati finanziari e da uno scenario normativo in continua evoluzione, il gruppo aumenterà il focus sulle iniziative del programma di Technical Excellence e di risparmio dei costi.

    ALCUNI DATI DI CONTESTO PER IL 2017

    • Tassi: nel contesto di debolezza economica, la BCE manterrà una posizione accomodante, anche se verso la fine dell’anno crescerà la speculazione sull’uscita dal quantitative easing. Nel 2017 i tassi americani si muoveranno verso l’alto, spinti dall’uscita graduale dal quantitative easing della Fed, ed è previsto un movimento al rialzo anche di quelli a lungo termine in Euro-zona, soprattutto alla fine dell’anno.
    • Mercati azionari: si prevede una modesta ripresa del mercato azionario in Euro-zona e una performance meno brillante dell’anno precedente negli Stati Uniti.
    • Mercato assicurativo, comparto Danni: nei principali Paesi dell’Euro-zona (Italia, Germania, Francia, Spagna) ci si attende nel 2017 un buon andamento dei premi, che dovrebbe vedere una ripresa anche in Italia. Sul fronte della distribuzione si assisterà a un’accelerazione della concorrenza. Per effetto della trasformazione digitale ci sarà più spazio per reti di distribuzione non tradizionali o non esclusive (ad esempio aggregatori), con possibili impatti sulla volatilità del portafoglio e, dal punto di vista industriale, un calo di volumi e profitti.
    • Mercato assicurativo, comparto Vita: influenzato dai bassi tassi di interesse, il segmento mostrerà segnali di sofferenza anche nel 2017, tranne in Italia, dove ci si attende un andamento migliore dei premi vita rispetto al 2016.
    • Riassicurazione: gli eventi catastrofici che si sono verificati nel 2016 in tutto il mondo non hanno avuto un impatto significativo sull’industria riassicurativa. Questo ha generato una continua riduzione dei costi di riassicurazione.

    PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE

    • Comparto Vita: proseguiremo a fronteggiare i diversi e dinamici vincoli derivanti dal contesto di mercato, come la direttiva Solvency 2, le regole IMD2 che regolano in maniera più restrittiva la trasparenza nella distribuzione di prodotti assicurativi e in generale i mercati finanziari caratterizzati da perduranti bassi tassi di interesse. Rafforzeremo il valore del portafoglio con un approccio di semplificazione e innovazione della gamma di soluzioni di prodotto.
    • Comparto Danni: per fare fronte alla forte pressione competitiva, stiamo intensificando l’attuazione di una serie di iniziative volte a compensare gli effetti sulla redditività (soprattutto nel ramo auto) con misure anticicliche e un disciplinato approccio alla tariffazione e alla selezione dei rischi, migliorando la profilazione del cliente, insistendo sulle relazioni di lungo termine, sviluppando prodotti con un sistema modulare per cogliere le opportunità di cross-selling sui prodotti non auto. La gestione del segmento danni continuerà pertanto a essere chiave per l'attuazione della strategia del gruppo: puntiamo a diventare leader nel segmento retail in Europa.
    • Investimenti: la nostra politica di investimenti continuerà a basarsi su una asset allocation volta a consolidare la redditività corrente e a garantire la coerenza con le passività verso gli assicurati.


    Nonostante il difficile contesto e l’elevata volatilità dei mercati finanziari, nel 2017 prevediamo di aumentare la remunerazione degli azionisti, in coerenza con il nostro piano strategico.